prenota spazio

prenota spazio
prenota spazio

Anno 1°

martedì, 26 settembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio


Cecco a Cena


Cecco a Cena

Il prefetto di Pistoia che fa? Dorme?

sabato, 23 settembre 2017, 21:45

di aldo grandi

Leggevamo il discorso, trito e ritrito - secondo noi lo stampano uguale per tutte le prefetture al momento dell'insediamento di un nuovo rappresentante del governo centrale - con cui Angelo Ciuni si presentava quale nuovo prefetto, nel gennaio 2015, alla città di Pistoia. Lo abbiamo letto faticando ad arrivare alla fine. Non dice nulla e la sola cosa che abbiamo rilevato di rimarchevole e, a nostro modesto avviso, deplorevole, è l'abbondanza di maiuscole. Ecco, siamo arrivati ad un punto, nelle nostre belle province, in cui l'unica cosa che le autorità riescono a fare per contrastare la criminalità dilagante è, appunto, l'uso smodato delle lettere maiuscole. Nient'altro. A Montecatini le cose non vanno bene e la rapina di oggi ne è l'ennesima conferma e il sindaco chiede la convocazione del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, una boiata priva di qualunque utilità nel corso della quale i sindaci dei vari comuni, al cospetto del prefetto, si limitano, nella maggior parte dei casi, al silenzio-assenso o, nei più rari, ad un mellifluo eccellenza. Ce ne fosse uno che, invece di scrivere con linguaggio desueto e privo di mordente, adoperasse le stesse parole con cui la gente manifesta il proprio disagio, la gente comune, non quella che piazza il culo sulla poltrona di Montecitorio o del palazzo che ospita i consiglieri regionali a Firenze. Ma questi soloni dell'italiano fatto a fette dall'ignoranza e dalla piaggeria si rendono conto che ciò che dicono è, semplicemente, ridicolo?...


Cecco a Cena

La paura di avere coraggio molto peggio del coraggio di avere paura

domenica, 17 settembre 2017, 13:21

di aldo grandi

L'Apocalisse di Giovanni è niente in confronto a ciò che ci sta per colpire, magari non ora, probabilmente non nei prossimi cinque anni, ma che, inevitabilmente, è destinata a devastare completamente il nostro continente e il nostro Paese. Oriana Fallaci lo aveva previsto oltre dieci anni fa, dedicando le sue ultime forze e i suoi ultimi anni ad una battaglia senza esclusione di colpi per mettere l'Occidente in guardia dal nemico, l'islam, che, inevitabilmente, avrebbe finito e finirà per sommergere e annientare la nostra civiltà. Da allora, da quando la voce e la scrittura di Oriana hanno tratteggiato a tinte fosche, ma drammaticamente chiare ed evidenti, quale sarebbe stato ed è, ad oggi, il nostro presente e il nostro futuro, niente è andato migliorando, ma, al contrario, si sono accentuati i segnali che rivelano come l'invasione indiscriminata, la rinuncia culturale e identitaria, la mistificazione della realtà e della cronaca oltreché una vera e propria dittatura del Pensiero Unico, stanno distruggendo ogni capacità di reazione non solo del popolo italiano, ma anche delle sue forze dell'ordine chiamate, ipocritamente, a intervenire contro una catastrofe voluta, favorita, incentivata dalla classe di politicanti bastardi che gestiscono abusivamente il Potere e il Governo di questa povera Italia...


Cecco a Cena

Mallegni, (s)Forza Italia e il fascino del mastice e della poltrona

mercoledì, 13 settembre 2017, 17:15

di aldo grandi

Una volta, a margine di una interSvista, Massimo Mallegni, quando era nostro amico, ci disse che se fosse andato a Roma a fare il parlamentare o anche, chissà, qualcosa di più, ci avrebbe volentieri chiamati a fare il suo capo ufficio-stampa perché, secondo lui, di meglio - e lo ringraziammo - non ce n'era e non ce n'è. Poi, però, da straordinario politico qual è, aggiunse che se lo avesse fatto, alla fine non sarebbe riuscito a gestirlo poiché il sottoscritto, lo sapeva e lo sa, è ingestibile a tutte le latitudini possibili e immaginabili, figuriamoci a quelle di Montecitorio o Palazzo Madama. Capimmo già allora, ancora prima che Rodolfo Salemi ce lo confessasse, che Massimo Mallegni, un passato da dimenticare e un futuro tutto da scrivere oltre ad un presente che non lo ha, evidentemente, più gratificato, voleva togliersi la soddisfazione di prendere a pesci in faccia tutti quelli che, tanto tempo fa, Domenico Manzione in primis che lo schiaffò in galera salvo, poi, la Cassazione, assolverlo da tutti i reati, lo avevano messo alla gogna pagandogli un servizio all inclusive al carcere di S. Giorgio in Pelleria a Lucca. Comprendiamo l'ex amico Massimo, in fondo gliel'avevano fatta davvero brutta. Ci dispiace, tuttavia, che vada a fare il lacché di colui che ha distrutto in venti anni questo Paese riconsegnandolo, peggio di prima, a questa Sinistra di bastardi propinatori del Pensiero Unico...


Cecco a Cena

Vorrei la pelle nera...

sabato, 9 settembre 2017, 09:52

di aldo grandi

Viviamo in un Paese dove, per il solo fatto di avere la pelle scura, si gode di una sorta di privilegio esteso ed estendibile a tutti i campi dello scibile umano. In virtù di un senso di colpa inculcato sin da piccoli dalle truppe cammellate e politicamente ipocrite della Sinistra fuoriuscita dal Sessantotto e dal Settantasette ancor più che dalla Resistenza, tutto ciò che proviene dal golfo di Guinea o dall'Africa maghrebina appartiene, quasi per diritto divino, alla sfera delle Verità inoppugnabili e assolute mentre tutto ciò che la maggioranza silenziosa e operosa di questo Paese produce e propone è considerato di infimo valore e storicamente ingiusto e perdente. Dovremmo, in sostanza, noi che siamo nati troppo tardi - per fortuna - per vivere e conoscere il fascismo e, allo stesso tempo e sempre per fortuna, per frequentare salotti e strade occupate dai vari pseudoterroristi del movimento studentesco e dei gruppi parlamentari dell'estrema sinistra - e ficchiamoci pure dell'estrema destra - abdicare ad ogni forma di ragionevole considerazione o, addirittura, alla Ragione vera e propria, per dei sensi di colpa risalenti all'epoca delle Crociate o giù di lì. Così, assistiamo alle genuflessioni, alle rinunce, alle complicità, alle sottomissioni di tutti coloro che vanno avanti a pane e Ideologia, verniciati di rosso sin da piccoli, coltivati e annaffiati per decenni dal vino di un antifascismo che, ormai, fa ridere se non, addirittura, piangere per la sua inconsistenza, strumentalizzazione, tristezza, pavidità, assenza di consapevolezza... 


Cecco a Cena

Francesco Giorgino, caporedatore Rai e conduttore del Tg1, non dice la verità sull'aggressione del senatore 5Stelle

martedì, 5 settembre 2017, 19:03

di aldo grandi

Non volevamo crederci. Davvero. E' la prima volta che ci imbattiamo nella censura operata dal Grande Fratello sull'informazione televisiva. Ed è stato devastante prenderne atto. Noi, che ci becchiamo esposti, querele, denunce perché politicamente scorretti, perché diciamo quel che pensiamo, pensiamo quel che diciamo e scriviamo, soprattutto, quel che diciamo e pensiamo, abbiamo assistito ieri sera durante il Tg1 ad una vergognosa opera di disinformazione e mistificazione della notizia. Eppure siamo convinti che in questo caso nessun esposto, nessuna delazione, nessuna spia verniciata di rosso segnalerà l'accaduto all'ordine dei giornalisti di Roma. E sapete perché? Perché, ormai, l'autocensura e la censura imposta dalla politica e dalla Sinistra radical chic ha inquinato, invaso, ammorbato tutti i meandri dell'informazione cosiddetta democratica e libera e senza che alcuno si renda conto che questa è l'anticamera dell'autodistruzione. Ma che cosa è avvenuto di concreto? Per puro caso stavamo ascoltando intenti a fare altre cose quando ci ha colpito la notizia dell'aggressione del senatore Alberto Airola dei 5Stelle a Torino. Sapevamo, per averlo letto su alcune testate nazionali tra cui, addirittura, la faziosissima Repubblica, che era stata opera di due nordafricani...


Cecco a Cena

Mentre la Sinistra cerca lo scontro su razzismo e fascismo inesistenti, la microcrminalità dilaga

venerdì, 1 settembre 2017, 19:12

di aldo grandi

Perdonateci, ma delle stronzate relative alla vicenda di don Massimo Biancalani non ne possiamo, veramente, più. Che porti, se vuole, i suoi ospiti di colore in piscina come è giusto, se lo ritiene, che sia, ma non ci venga a fare sermoni su fascismo e razzismo che esistono solamente nella sua mente e in quella di Enrico Rossi e della Sinistra peracottara che vede fascisti e razzisti dappertutto. Sì, perché questi democratici verniciati di rosso hanno capito che gli italiani, che non sono mai stati razzisti nemmeno in Africa e neanche durante la campagna di Russia, non ne possono più di essere sistematicamente invasi e sostituiti etnicamente da gente che, con la nostra cultura, la nostra tradizione, la nostra storia, il nostro presente, la nostra società e situazione economica, c'entrano come il cavolo a merenda. Ma siccome per i Rossi Enrico - uno degli esseri umani culturalmente più ignoranti che il sottoscritto abbia mai incontrato - è impensabile che qualcuno possa pensarla diversamente dalla Verità che egli e la Sinistra pensano di detenere, ecco che bisogna inventarsi nuovamente il pericolo fascista così da poter trovare una bandiera in vista delle prossime elezioni. Lo abbiamo visto in foto con degli zingari e in foto con gli immigrati ospiti di don Biancalani, lo avessimo mai visto...


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Ultime notizie brevi


prenota spazio


lunedì, 25 settembre 2017, 17:44

Anche il sindaco Bellandi al Forum europeo di Lucca sugli itinerari culturali

Anche il sindaco Giuseppe Bellandi parteciperà in qualità di presidente di Ehtta, l'associazione dei Comuni Storici Termali d'Europa, che raggruppa 13 Stati in rappresentanza di oltre 40 comuni termali, al VII Forum Europeo degli Itinerari Culturali del Consiglio d'Europa, che celebra il 30esimo anniversario dalla prima edizione del 1987. 


lunedì, 25 settembre 2017, 17:23

La scuola calcio GSD Montecatini Murialdo Simone Panichi prolunga per il tutto il mese di ottobre il programma delle leve di calcio

La Scuola Calcio GSD Montecatini Murialdo Simone Panichi prolunga per il tutto il mese di ottobre il programma delle leve di calcio, le sessioni di allenamento gratuite tenute dai nostri istruttori per far conoscere ai piccoli calciatori la nostra realtà.


prenota spazio


lunedì, 25 settembre 2017, 17:14

Al via le iscrizioni per agente di affari in mediazione

Vuoi diventare agente di affari in mediazione?


lunedì, 25 settembre 2017, 11:44

Due giorni di visite, incontri, audiovisivi sull'arte e la storia medievali

Per i giorni sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre il Centro Guide Turismo Pistoia e l'Istituto Ricerche Storiche e Archeologiche organizzano una interessante serie di iniziative sull'arte e la cultura medievali:


prenota spazio


lunedì, 25 settembre 2017, 11:31

26 Settembre, bar e ristoranti a scuola di innovazione digitale: il workshop “Il web è servito - la sfida digitale nei pubblici esercizi”

Seminare conoscenze digitali per creare competenze ed aiutare i pubblici esercizi a cogliere le enormi opportunità di business offerte dal web. Questo l’obiettivo dell’evento “Il web è servito - la sfida digitale nei pubblici esercizi” organizzato da Confcommercio Pistoia e Prato in collaborazione con FIPE, Federazione Italiana Pubblici Esercizi, e...


lunedì, 25 settembre 2017, 11:28

La biblioteca San Giorgio si dota di prodotti editoriali per ipovedenti

Mercoledì 27 settembre alle ore 17 in Auditorium Terzani la biblioteca San Giorgio presenta alla città i prodotti editoriali rivolti alle persone con difficoltà di vista a cura della Associazione Amici della San Giorgio, per il progetto “San Giorgio: quando la cultura è davvero di tutti”, con il contributo del Comune di Pistoia per...


prenota spazio


lunedì, 25 settembre 2017, 01:31

Iniziative del centro guide nella settimana dal 25 settembre al 1 ottobre

Il Centro Guide Turismo Pistoia, associazione delle guide turistiche autorizzate della città e della provincia,  nella settimana da lunedì 25 settembre a domenica 1 ottobre  ha organizzato una  serie di visite guidate della città, nell'intento di fornire un servizio importante per i turisti che visitano la nostra città e per i pistoiesi che la vogliano riscoprire...


domenica, 24 settembre 2017, 14:44

Testamento biologico, eutanasia, "dolce" morte: incontro a Chiesina martedì

Testamento biologico, eutanasia, "dolce" morte. Conosciamo tutti i principi che li ispirano: autodeterminazione del singolo, libertà di scelta, no all'accanimento terapeutico...ma ci siamo veramente posti le domande giuste e abbiamo trovato le risposte corrette?


sabato, 23 settembre 2017, 17:32

Comitato per la Palestina, mercoledì la presentazione del libro "Con le unghie e con i denti"

Il comitato pistoiese per la Palestina, in collaborazione con il Centro di Documentazione di Pistoia, dopo la consueta pausa estiva, riprende l'attività e organizza per mercoledì 27 settembre alle ore 17.00 nei locali del centro di documentazione, presso la biblioteca San Giorgio, la presentazione del libro "Con le unghie e...


sabato, 23 settembre 2017, 12:03

Il comitato pistoiese per la Palestina organizza organizza per mercoledì 27 settembre alle 17 nei locali del centro di documentazione, presso la biblioteca San Giorgio, la presentazione del libro "Con le unghie e con i denti"

Il comitato pistoiese per la Palestina, in collaborazione con il Centro di Documentazione di Pistoia, dopo la consueta pausa estiva, riprende l'attività e organizza per mercoledì 27 settembre alle 17 nei locali del centro di documentazione, presso la biblioteca San Giorgio, la presentazione del libro "Con le unghie e con...


Ricerca nel sito


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2