prenota spazio

prenota spazio
prenota spazio

Anno 1°

mercoledì, 22 novembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio


Cecco a Cena


Cecco a Cena

Io sto con gli sbirri

lunedì, 20 novembre 2017, 07:37

di aldo grandi

In senso spregiativo la parola sbirro viene, da sempre, utilizzata all'indirizzo, indistinto, di un poliziotto o di un carabiniere. Una volta esso apparteneva, strettamente, alla cultura mafiosa mentre, poi, con l'arrivo della contestazione e del Sessantotto, Settantasette e via di questo passo, è diventato patrimonio della sinistra extraparlamentare prima, parlamentare poi visto che, seduti con le chiappe ben protette sulle poltrone di Montecitorio e Palazzo Madama, ci sono stati e ci sono tutt'ora numerosi ex militanti nelle formazioni che, nemmeno tanto tempo fa, erano soliti lanciare contro i rappresentanti delle forze dell'ordine tutto quello che capitava loro a tiro. Chi scrive non ha mai scagliato nemmeno un bottone, non soltanto verso agenti o militari, ma nemmeno verso studenti di opposte fazioni che, nella Roma degli anni di piombo era facile incontrare, a destra e a sinistra, per i quartieri della capitale. Il 16 marzo 1978, il sottoscritto come ha più volte ammesso, idiota fino all'inverosimile, con l'attenuante - o aggravante a seconda dei punti di vista - di essere appena diciassettenne e straordinariamente ignorante, alla notizia del sequestro del presidente della Dc Aldo Moro e del massacro della sua scorta, ebbe un sussulto di esaltazione subito represso da un collega di lavoro che lo redarguì dandogli dell'imbecille. Aveva ragione. Più tardi, guarda il destino che cosa combina, l'ex suocero di colui che scrive sarebbe stato il fratello di Domenico Ricci, all'epoca autista di Aldo Moro trucidato senza pietà mentre, quella mattina in via Fani, cercava di andare avanti e indietro con l'auto bloccata tra la Fiat 128 targata CD con, alla guida, Mario Moretti...


Cecco a Cena

A.A.A. aspiranti giornalisti cercansi

sabato, 18 novembre 2017, 12:11

di aldo grandi

Questo messaggio è rivolto a tutti coloro che, giovani o meno giovani volessero iniziare a collaborare con la nostra testata inviando articoli. Stiamo cercando persone che abbiano la passione di scrivere e che vogliano imparare facendolo con costanza per conseguire, al termine dei due anni previsti, il tesserino di giornalista pubblicista. Studenti o anche persone che abbiano a disposizione tempo e passione per la scrittura, possono rivolgersi a noi scrivendo direttamente a redazione@lagazzettadipistoia.it o telefonare al numero 342/1463979 e chiedere informazioni. Non ci servono persone svogliate o che non abbiano la passione per provare a imparare cosa vuol dire avvicinarsi a questo mestiere. Saranno regolarmente retribuiti a pezzo e con versamento del previsto importo dell'F24, al fine di avere idonei requisiti per poter ottenere il tesserino da giornalisti pubblicisti. Cerchiamo sette collaboratori: due sia per la Montagna Pistoiese che per Pistoia, uno per Agliana, uno per Monsummano e uno per Quarrata, uno per Pescia, uno per Chiesina Uzzanese e Monsummano. La Gazzetta di Pistoia è un giornale in crescita, sempre "sul pezzo": non vive di denaro pubblico e non si limita a fornire notizie un tanto al chilo...


Cecco a Cena

Dal Gambia nuova tecnica di combattimento: il morso

giovedì, 16 novembre 2017, 10:59

di aldo grandi

Inutile riderci su. Da ora in avanti e sempre di più negli anni a venire e grazie alla politica suicida e devastante dei Governi Renzi e Gentiloni e della Sinistra in genere a tutti i livelli, enti locali compresi, dovremo imparare a mantenere una certa non trascurabile distanza quando avremo a che fare con i richiedenti asilo alias profughi alias migranti alias clandestini. A onor del vero c'era già stato un illustre precedente, forse il più famoso, nella nuova tecnica di combattimento importata dall'Africa che potremmo definire 'del mordi e fuggi'. Basterebbe, infatti, pensare allo scalpore che suscitò l'azzanno di Mike Tyson a Evander Holyfield il 28 giugno 1997 durante un incontro a Las Vegas valevole per l’assegnazione del titolo dei pesi massimi WBA. Durante quel match Tyson morse prima l’orecchio destro durante un corpo a corpo e Holyfield cominciò a sanguinare. L’arbitro non vide l’irregolarità, ma ammonì Tyson poco dopo per aver spinto l’avversario contro le corde. Il gioco fu fermato per qualche minuto e quando riprese ecco il secondo morso di Tyson, questa volta all’orecchio sinistro: riuscì a staccare un pezzo del lobo e lo sputò sul ring. Il match fu ovviamente sospeso. Per non parlare, poi, del morso calcistico durante i Mondiali di calcio in Brasile, dato da Luis Suarez dell’Uruguay a Giorgio Chiellini della nazionale italiana. Se gli esempi sono questi, c'è da dire che quanto avvenuto ieri a Pistoia, nel centro di accoglienza - un altro?, ma quanti sono? - potrebbe rientrare nella normalità...


Cecco a Cena

Il colore politico e l'Ideologia non possono inquinare l'evidenza della realtà

domenica, 5 novembre 2017, 11:08

di aldo grandi

Il principale motivo della divisione esistente in Italia tra chi sostiene una tesi e il suo esatto contrario in materia di violenza, immigrazione, criminalità, sicurezza è il fatto che non si riesce a capire che non deve essere l'Ideologia o la militanza a destra o sinistra a far sì che la realtà si adegui, ma sono l'Ideologia e la militanza che devono,s e vogliono incidere sulla realtà, tenerne conto e seguirla con attenzione. Ciò, al contrario, non accade mai e se qualcuno si azzarda a farlo notare viene accusato di fare cosa di pancia come se la pancia non fosse altrettanto, se non più importante, della testa, sottoposta, quest'ultima, a razionalizzazioni, meccanismi di fuga, deviazioni opportunistiche. La pancia, al contrario, è: e se fa male o manda segnali, c'è ben poco da far finta di nulla. Quello che è accaduto a Montecatini l'altra notte non è certamente colpa del sindaco Bellandi. Colpa del sindaco è, tuttavia, non trarne le conseguenze debite ossia che il problema sicurezza non ha né dovrebbe avere coloriture politiche o paternità, bensì trovarsi di fronte a una unità di intenti che trova riscontro nell'evidenza della quotidianità. Un furto, una rapina, uno stupro, uno spaccio di droga sono fatti e come tali andrebbero affrontati, senza le deformazioni dell'Ideologia che cerca di modificarne l'entità, l'origine e le conseguenze a seconda del proprio tornaconto...


Cecco a Cena

Massacrato di botte, rapinato e abbandonato per due ore in mezzo alla via: ma Montecatini che cazzo di città è diventata?

giovedì, 2 novembre 2017, 10:30

di aldo grandi

Ci dispiace per Giuseppe Bellandi, sindaco simpatico, che l'ultima e unica volta che abbiamo incontrato ci ha fatto capire di non essere sempre d'accordo, sul fronte sicurezza e immigrazione, con le decisioni delle alte sfere del suo partito, il Pd del traditore per eccellenza - insieme ad Alfano, Boldrini e le truppe cammellate di questo governo di debosciati - Matteo Renzi. Ma è fin troppo evidente che quanto avvenuto questa notte in via Merlini, nella sua città o, meglio, in quella che, fino a qualche tempo fa, era considerata tale, è un ulteriore, durissimo colpo non tanto alla sua persona e alla sua credibilità, ma alla possibilità che possa conservare la poltrona di primo cittadino alle prossime consultazioni amministrative. Con quale faccia - vista la faccia massacrata e deturpata di Roberto Bollero, appena 18 anni, in viaggio verso Careggi per un probabile intervento di ricostruzione maxillo-facciale - un candidato della sinistra si presenterà davanti ai suoi cittadini promettendo cosa? Sicurezza? Farebbe ridere. Ordine? Farebbe piangere. Panem et circenses? Ormai non bastano più. La gente vuole di più e vuole il giusto, la gente che ragiona con la panzi - che è sempre meglio della loro testa - vuole rientrare a casa sicura, senza doversi guardare sistematicamente le spalle dal primo bastardo che circola impunemente, a qualunque razza o etnia appartenga. L'aggressione di Roberto Bollero ci ha riportato alla mente l'assassinio di Niccolò Ciatti, fortuna, per la mamma di Roberto, è che l'esito è stato diverso....


Cecco a Cena

La Sinistra adesso si attacca a tutto, anche alla festa del Natale e all'illuminazione pur di rompere le scatole alla giunta Tommasi

mercoledì, 1 novembre 2017, 21:59

di aldo grandi

Che la Sinistra faccia schifo non lo diciamo, pensiamo e, addirittura scriviamo noi, ma, fortunatamente, lo pensa la maggior parte degli italiani i quali, tuttavia, prima di accorgersi del danno irreparabile prodotto da questa classe di peracottari verniciati di rosso, impiegano anni e anche qualcosa di più. A Pistoia, dopo 60 anni di dittatura comunista, finalmente c'è stato un cambio di registro, ma è ovvio che coloro che hanno detenuto, si sono spartiti, hanno cementato il Potere e tutto ciò che ne deriva, non ci stanno a restare a guardare. Così capita che in una seduta di consiglio comunale i rappresentanti dell'opposizione ex maggioranza attacchino il sindaco Tomasi non su tematiche come, ad esempio, la sicurezza, il degrado, l'immigrazione vergognosa, l'accattonaggio, lo squallore di una società che di multietnico e di integrato non ha se non l'imbecillità di coloro che la propugnano. No cari signori, i consiglieri comunali attaccano la maggioranza sulle luci di Natale e sul Natale medesimo. Da un lato vanno pappa e ciccia con i bergogliani e l'omino vestito di bianco d'Oltretevere, un infiltrato, a nostro avviso, dell'islam piovuto in Vaticano dalla terra del fuoco, poi, però, quando si tratta di celebrare la festa di Nostro Signore Gesù Cristo, eccoli a fare i moralisti e a sostenere che 50 mila euro sono soldi buttati via...


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Ultime notizie brevi


prenota spazio


martedì, 21 novembre 2017, 17:14

Pistoia Blues, PD: "Una interrogazione all'amministrazione comunale"

Il Gruppo consiliare PD rende noto, con un brave comunicato, di aver proposto una interrogazione urgente in merito alla nuova commissione di esperti per il festival Pistoia Blues.


martedì, 21 novembre 2017, 17:13

Appuntamento a Serravalle Pistoiese con “120 anni di banda, concerto del Corpo Musicale G. Verdi"

Domenica alle ore 16.30, presso la Chiesa di San Michele a Serravalle Pistoiese, si terrà il concerto del Corpo Musicale G. Verdi “120 Anni di Banda”.


prenota spazio


martedì, 21 novembre 2017, 17:12

A Serravalle Pistoiese arriva il “Il giovedì in biblioteca”

L’assessorato alla cultura ed alla politiche giovanili del comune di Serravalle Pistoiese, promuove la rassegna: “Il giovedì in biblioteca”.


martedì, 21 novembre 2017, 16:09

A Pistoia il convegno internazionale "L'esprit de la démocratie. Repenser les racines pour les enjeux futurs de l'Europe"

Il 23 e 24 novembre a Pistoia, nella Sala Maggiore del Palazzo di Giano, si terrà il Convegno Internazionale della SEC COLLOQUE INTERNATIONAL - L'esprit de la démocratie. Repenser les racines pour les enjeux futurs de l'Europe. Il 23 novembre i lavori si svolgeranno dalle 10.00 alle 18.00 e il 24 novembre dalle...


prenota spazio


martedì, 21 novembre 2017, 15:19

Giovedì la presentazione di un progetto di percorsi di arte per giovani con disabilità

Giovedì 23 novembre, alle 16,  presso la saletta dell’ufficio Cultura in via Sant’Andrea  16 avrà luogo MAPPE, un progetto a cura del Centro Studi Ricerche Espressive e di Vivarte che prevede percorsi di arte narrativa e performativa anche per giovani con disabilità realizzato nell’ambito del progetto regionale “Toscanaincontemporanea2017” all'interno dell'edizione 2017 del Performance Art Festival (PAF4).


martedì, 21 novembre 2017, 15:14

Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne: gli eventi dei comuni di Montale, Agliana e Quarrata

Anche per quest'anno i comuni di Montale, Agliana e Quarrata si sono uniti per una manifestazione corale contro la violenza sulle donne, in ricorrenza della Giornata Internazionale del 25 novembre.


prenota spazio


martedì, 21 novembre 2017, 15:10

Pistoia: sindaco e vicesindaco hanno incontrato i ragazzi della Fondazione Maic per ringraziarli dello spettacolo "Soqquadro di cuori"

Stamani nella sala Maggiore del Palazzo Comunale il sindaco Alessandro Tomasi e il vicesindaco Anna Maria Celesti hanno consegnato un attestato di congratulazioni a tutto il gruppo di ragazzi e ragazze-attori della Fondazione Maic protagonisti dello spettacolo a scopo benefico Soqquadro di cuori, andato in scena lo scorso 27 ottobre al teatro Manzoni.


martedì, 21 novembre 2017, 15:09

Tornano i corsi per agenti in mediazione nel settore immobilare

CESCOT Confesercenti Pistoia organizza una nuova edizione del corso per agenti in mediazione-settore immobilare


martedì, 21 novembre 2017, 15:02

Riapre il caffè Biondi per il ponte dell'Immacolata

Riaprirà per il ponte dell'Immacolata lo storico caffè Biondi, in Piazza del Popolo a Montecatini. Il locale è chiuso da oltre un anno, ma già in precedenza era stato protagonista di temporanee chiusure e riaperture e anche stavolta non farà eccezione.


martedì, 21 novembre 2017, 13:13

Presentazione del libro di Alberto Bigagli alla biblioteca Forteguerriana

Giovedì 23 novembre alle 17, nella  sala Gatteschi della biblioteca Forteguerriana, sarà presentato il libro “L’ingegnere Alfred Girard…..non solo ferrovia Porrettana”, di Alberto Bigagli (Pistoia, Atelier, 2017).


Ricerca nel sito


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2