prenota spazio

prenota spazio
prenota spazio

Anno 1°

venerdì, 21 luglio 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio


Cecco a Cena


Cecco a Cena

Fotografi allontanati dal consiglio comunale perché davano fastidio: che ne pensa il sindaco Tomasi?

domenica, 16 luglio 2017, 12:28

di aldo grandi

Possibile che i politici, a qualunque razza appartengano, finiscono per avercela sistematicamente con chi, fotografi e giornalisti, fa il proprio mestiere cercando di seguire le loro gesta non sempre encomiabili e, anzi, spesso inutili? Quello che è accaduto l'altro pomeriggio in consiglio comunale, il primo a guida centrodestra dopo 65 anni di monocolore Pci-Pd, è davvero incomprensibile se non con l'arroganza di chi pensa - il segretario generale in questo caso - di poter trattare la gente a pesci in faccia. Ma la gente, in questo caso, non ha subìto 'danni' essendo tutta, tra l'altro, schierata con la maggioranza. A essere allontanati perché, pare, impedivano la visuale al segretario generale, sono stati una quindicina tra reporter e fotografi. Come si fa a far capire che i giornalisti e i fotografi che li affiancano sono a lavorare e non, certamente, a sentire per libera scelta le cazzate che, sovente, pronunciano, o anche il nulla, i rappresentanti dei partiti nelle assise? Ci sorprende il sindaco Alessandro Tomasi che, sinceramente, pensavamo più furbo e pronto a gestire l'affare mediatico derivante dalla sua elezione. Eviti, comunque, l'amministrazione di Pistoia di raccontarci bugie. Sappiamo come sono andate le cose perché ce lo hanno spiegato i nostri collaboratori sul posto. Se i fotografi disturbano la quiete dei consiglieri, poverini, basta dirlo. Vorrà dire che da ora in avanti le sedute consiliari ve le fate e ve le cantate tra di voi...


Cecco a Cena

Armando Alibrandi non è più alla Gazzetta di Pistoia

giovedì, 13 luglio 2017, 17:03

di aldo grandi

Capita, a volte, che ci si debba separare dopo aver cominciato un percorso professionale insieme. Armando Alibrandi, blogger esperto di enogastronomia nonché mago dei social, ha interrotto la sua collaborazione con La Gazzetta di Pistoia perché, ha spiegato, non era d'accordo con la linea editoriale. In particolare non ha gradito l'ultimo articolo e l'ultimo titolo sulla vicenda di Nespolo dove la maggioranza degli abitanti si è ribellata all'arrivo di nuovi clandestini-migranti raccogliendo oltre 400 firme. Il fatto è che la pagina facebook e tutti gli altri social erano gestiti sin dall'inizio dallo stesso Alibrandi il quale aveva portato in dote il suo patrimonio social che aveva migliaia di iscritti. Il lavoro alla Gazzetta di Pistoia che avevamo e abbiamo fatto, ha fatto aumentare il numero dei simpatizzanti, ma, proprio questa mattina quando Alibrandi ha interrotto il suo rapporto, gli altri due amministratori della pagina sono stati estromessi d'autorità e i nostri abituali lettori non ci potranno più leggere sulla vecchia pagina che resta di proprietà del blogger mentre noi abbiamo aperto una nuova pagina su cui invitiamo i nostri lettori a recarsi per leggerci. Armando Alibrandi, a dire la verità, ci ha anche offerto di rilevare la sua pagina con 14 mila followers e il profilo twitter alla modica cifra di 3 mila euro, ma noi non abbiamo soldi da spendere e preferiamo ricominciare daccapo anche se consapevoli che sarà dura risalire la china...


Cecco a Cena

Alessandro Tomasi, un passo avanti e due indietro

venerdì, 7 luglio 2017, 18:37

di aldo grandi

No, nessun timore. Alessandro Tomasi, neosindaco di Pistoia, non è Vladimir Ilyich Ulyanov alias Lenin, per fortuna sua e nostra. La formula del passo avanti e due indietro, titolo di una delle opere più conosciute dell'ex leader bolscevico, è qui richiamata per porre l'accento sulle dichiarazioni, recentissime, del primo cittadino pistoiese in materia di accoglienza dei clandestini. Tomasi ha esordito bene, soprattutto, nel titolo del comunicato stampa diffuso dal comune di Pistoia: «Pistoia non è disponibile ad accogliere altri immigrati». Era ora che qualcuno, un sindaco, avesse il coraggio e la dignità, cosa che manca a tutto il Pd, il partito più antinazionale, antitaliano e traditore della storia italiana repubblicana, di dire quello che tutti o, almeno, quelli dotati di un po' di buonsenso, pensano. Pistoia, quindi, non vuole più clandestini. Questo rappresenta il passo avanti di Tomasi il quale, tuttavia, con le successive spiegazioni e i distinguo tipici degli azzeccagarbugli manzoniani, corre il rischio di incorrere nei famosi due passi indietro. Che cosa vuol dire, infatti, dopo aver dichiarato che Pistoia non può accogliere più clandestini, aggiungere che adesso spetta agli altri comuni fare la propria parte? Forse Tomasi vuole scaricare su altri il timore di non essere in grado di tenere fede a quello che ha promesso?...


Cecco a Cena

Oreste Giurlani, ma un po' di vergogna no?

mercoledì, 5 luglio 2017, 23:03

di aldo grandi

Abbiamo incontrato e conosciuto personalmente il sindaco di Pescia Oreste Giurlani e se ci avessero detto che, poco tempo dopo, sarebbe stato arrestato per i motivi che sappiamo, avremmo scommesso salvo, poi, perdere la mano come accadde al prode Gaio Muzio Scevola. Abbiamo provato più volte a contattare l'ex sindaco di Fabbriche di Vallico e di Pescia senza, tuttavia, riuscirci, nonostante il nuovo numero di telefono. Leggiamo, adesso, le dichiarazioni dell'attuale primo cittadino di Fabbriche di Vergemoli, Michele Giannini, il quale spiega perché ha deciso di presentare denuncia contro ignoti per la scritta apparsa su un muro del paese: 'Giurlani 6 il meglio'. Inizialmente sembrava una denuncia tesa a difendere la onorabilità del sindaco, invece Giannini, finanziere, ha voluto precisare che la ragione è stata, esattamente, opposta: per tutelare l'onorabilità delle forze di polizia che hanno indagato e arrestato Giurlani. Ma Giannini non si ferma qui e va oltre con frasi pesanti come macigni alle quali, forse, Oreste Giurlani farebbe bene a rispondere e a spiegare, lui sì, alla luce di ciò che è avvenuto, che tipo di amministratore pubblico è stato quando bazzicava i corridoi dell'Uncem e quelli del municipio garfagnino. Io non so il perché di tutta questa vicenda, dal pranzo alla scritta, ma so che dopo 12 anni di governo Giurlani e 20 di centro sinistra, a Fabbriche di Vallico c’è sicuramente chi, per amicizia o per aver avuto lavori, o magari per esser riuscito a bloccare certi lavori, o semplicemente perché meglio uno come Oreste che andava ai funerali e poi faceva quel che si è letto che uno come il Giannini... Queste le parole scritte da Giannini che, indubbiamente, gettano un'ombra sull'operato o, meglio ancora, sul modo di operare dell'ex primo cittadino...


Cecco a Cena

Purghe nel Pd? Inutili se non cambia la... testa

mercoledì, 28 giugno 2017, 09:40

di aldo grandi

Le purghe sono, nel partito ex comunista, un'eredità storica incancellabile anche se i tempi, fortunatamente, sono cambiati. Al timone, inoltre, non c'è più il Piccolo Padre come era soprannominato Stalin, ma Matteo Renzi e, probabilmente, il primo che dovrebbe essere purgato per questa clamorosa sconfitta, dovrebbe essere proprio lui. E' o non è, lui con i suoi pretoriani, al vertice del Pd? Adesso è, comunque, giunto il tempo dei processi per cercare di comprendere le ragioni di una batosta imprevedibile e impensabile fino a qualche anno fa. Bene, se noi possiamo permetterci di suggerire una soluzione ai geni del Pd pistoiese e toscano, consiglieremmo di evitare purghe, sostituzioni, siluramenti, trombature. E tutto questo perché, alla fine e in sostanza, la colpa della sconfitta locale e nazionale sta tutta ina una sola ragione: la perdita di identità nazionale di quello che, un tempo, era il partito della parte migliore e più onesta degli italiani. Oggi, se andate e andiamo a vedere, il Pd è solo l'ombra di quel che era, una volta, il partito di Enrico Berlinguer e come Gianfranco Fini ha suonato le campane a morto per An e l'ex Msi, altrettanto ha fatto il Matteo impresentabile...


Cecco a Cena

Non ha perso Bertinelli, ha vinto l'Italia

lunedì, 26 giugno 2017, 12:30

di aldo grandi

Ce lo ricordiamo, alcuni mesi fa, il sindaco Samuele Bertinelli venirci a trovare alla cena organizzata dalla Gazzetta di Pistoia. In quella circostanza non soltanto fu gentile, ma anche qualcosa di più. Restò fino alla fine anche se, presumibilmente, ancora non sapeva a quale razza o parrocchia appartenessimo. Infatti, dopo un colloquio vis à vis nel corso del quale gli domandammo una InterSvista della serie 'noi le chiediamo ciò che vogliamo lei risponde come le pare', rispose che l'avrebbe fatta sì, ma sarebbe stato meglio attendere il dopo elezioni. Prudenza? Scarso coraggio? Opportunismo? Paura? Non si sa, sappiamo, però, che una tranvata come quella di ieri Bertinelli e il Pd non se la aspettavano di certo. Noi, inutile dirlo, siamo non contenti, di più. Felici che il Pd, il partito più antinazionale, antitaliano, antibuonsenso che l'Italia abbia mai conosciuto negli ultimi 30 anni, ha perso ovunque tranne che, lo diciamo con mestizia e tristezza, a Lucca. A Pistoia, sicuramente, ha contribuito anche la vicenda di Oreste Giurlani, ma, soprattutto, il fatto che la gente, ormai, ha capito che il Pd non sta più con la gente di Pistoia e d'Italia, preso e perso com'è, ormai, dietro alle minoranze, tutte, purché non parlino né pensino in italiano. Ha vinto, alla grande e senza problemi, quindi, Alessandro Tomasi che ora, però, dovrà dimostrare di essere quel sindaco di rottura con il passato che hanno ritenuto, votandolo, i suoi elettori...


Cecco a Cena

Non vogliamo, non dobbiamo, non possiamo (votare Pd)

mercoledì, 21 giugno 2017, 22:49

di aldo grandi

Domenica 25 giugno, così come a Lucca e così come a Carrara, si andrà al ballottaggio per scegliere chi sarà il sindaco destinato a governare, per i prossimi cinque anni, la città di Pistoia. La Gazzetta di Pistoia è arrivata nell'ottobre 2016, troppo tardi per lasciare il segno, ma sufficiente per poter, quantomeno, dire la propria. I lettori, probabilmente, hanno già capito da che parte stiamo: da quella della pancia o, se vogliamo essere più precisi, da quella del buonsenso, di quel buonsenso di cui gli italiani sono sempre stati depositari sin dai tempi in cui un tal Benito voleva costringerli a marciare e non marcire, ad andare alla guerra degli otto milioni di baionette con le scarpe di cartone e le gavette di ghiaccio. Oggi la Sinistra e il Pd, vero e proprio fascismo di ritorno e cancro devastante per l'intero Stivale, vogliono distruggere anche gli ultimi aneliti di identità di un popolo già di per sé soggetto a crisi identitarie ricorrenti. I nipotini di Bertinelli vorrebbero un'Italia africanizzata, islamizzata, senza identità nazionale, geografica, religiosa, financo sessuale intenti come sono a difendere, sostenere e promuore le assurde, schifose, vergognose, allucinanti teorie portate avanti dalle associazioni lgbtq con in testa la teoria Gender...


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Ultime notizie brevi


prenota spazio


giovedì, 20 luglio 2017, 19:22

L'assessore allo sport del comune di Pistoia, Magni, sul trionfo di Giulia Gabbrielleschi

L'assessore allo sport Gabriele Magni ha voluto manifestare pubblicamente un pensiero per Giulia Gabbrielleschi, il talento pistoiese che oggi ha conquistato la medaglia di bronzo ai mondiali di nuoto di Budapest nella staffetta, dopo il successo di ieri con il sesto posto nella 5 chilometri di fondo: "Il lago Balaton rimarrà per sempre dentro il...


giovedì, 20 luglio 2017, 19:21

Montecatini Terme, disinfestazione zanzare

Il settore Ambiente del Comune di Montecatini informa che martedì 25 luglio a partire dalle 23, salvo avverse condizioni meteorologiche, sarà effettuato, mediante irrorazione di prodotto insetticida, il trattamento di disinfestazione adulticida contro le zanzare.  


prenota spazio


giovedì, 20 luglio 2017, 15:28

Da domani la Festa dell'Unità a Santomato

La festa de l'Unità di Santomato si svolgerà da venerdì 21 luglio a domenica 6 agosto negli spazi all'aperto a fianco del circolo Arci di Santomato (via Montalese 25/A).


giovedì, 20 luglio 2017, 15:13

Festa a Cireglio domenica per il 70° della posa della Croce del Sasso

Festa grande a Cireglio, domenica prossima 23 luglio, per il 70esimo anniversario della posa della Croce del Sasso, situata sul punto più alto della frazione montana, a 830 metri (sul livello del mare). Per commemorare l'evento la Pro loco Pieve di Brandeglio ha preparato un programma molto ricco, realizzato grazie...


prenota spazio


giovedì, 20 luglio 2017, 12:34

Dal 21 al 23 luglio mercato al Porretta Soul Festival

A partire dalla mattina di venerdì 21 luglio fino a domenica 23 luglio nell’ambito della 30esima edizione del prestigioso appuntamento europeo dedicato alla musica Soul e Rhytm & Blues, il Consorzio Ambulanti Toscana, in collaborazione con gli organizzatori del Festival, organizza il “Mercato del Porretta Soul Festival”.


mercoledì, 19 luglio 2017, 16:51

" '900 in via Roma e dintorni" : giovedì torna il mercatino

Giovedì  20 Luglio torna il mercatino "'900 in Via Roma e dintorni" organizzato e promosso dal CAT - Confcommercio Consorzio Ambulanti della Toscana.


prenota spazio


mercoledì, 19 luglio 2017, 16:39

Inquinamento in via del Bollacchione: ridotta l'area di divieto di uso di acqua a fini domestici

Il sindaco Tomasi ha firmato un'ordinanza per modificare il provvedimento dello scorso 7 aprile. La situazione è stata rivalutata sulla base di analisi Arpat e Asl


mercoledì, 19 luglio 2017, 12:46

Anzianinforma, punto informativo per i cittadini ultrassessantacinquenni

L'Assessorato alle politiche sociali del Comune di Pistoia, in collaborazione con le associazioni che hanno preso parte al progetto Socialmente, per la socializzazione degli anziani, vuole mettere a conoscenza i cittadini ultrasessantacinquenni di un punto informativo loro dedicato.


mercoledì, 19 luglio 2017, 12:38

Stage sul delegato alla sicurezza urbana: sabato in Municipio un incontro

Da giovedì 20 a sabato 22 luglio a Montecatini si terrà un nuovo master di II livello in Scienze Forensi (criminologia - investigazione - security - intelligence) che prevede lo stage su “Ruolo, funzioni e compiti del Dirigente delegato alla sicurezza urbana”, il cui titolare è il professor Renzo Ciofi.


martedì, 18 luglio 2017, 23:09

Pistoia Capitale della Cultura, visita guidata al percorso archeologico attrezzato dell’Antico Palazzo dei Vescovi e all’area archeologica di San Mercuriale

In occasione di Pistoia Capitale della Cultura i Musei dell’Antico Palazzo dei Vescovi propongono i seguenti appuntamenti: 


Ricerca nel sito


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2