prenota spazio
prenota spazio

Anno 1°

martedì, 26 settembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

Cronaca

Consulta studenti contro la Regione: "Dimenticati noi studenti pistoiesi"

martedì, 12 settembre 2017, 14:27

di Lorenzo Vannucci

“La Regione Toscana, al momento, ha disatteso agli impegni che aveva assunto nei confronti della popolazione studentesca pistoiese”.

Vanno all’attacco i ragazzi della consulta provinciale degli studenti che, così facendo, cercano di portare l’attenzione delle istituzioni verso i problemi, sempre di grande entità sul territorio della provincia di Pistoia, in materia di edilizia scolastica. A pochi giorni dal suono della campanella che inaugurerà l’anno scolastico 2017-2018 le ragazze ed i ragazzi delle scuole superiori tornano a chiedere, a gran voce, una soluzione a problemi che, ormai, si trascinano avanti da anni.

Da questo punto di vista la realtà cittadina è sempre stata instabile e problematica: classi in sovrannumero, aule al limite dell’impraticabilità, classi di trenta ragazzi stipati in stanze dove lo spazio va inventato, aule collocate in aree che, in realtà, avrebbero la funzione di uscite di emergenza, infiltrazioni di acqua dai soffitti con conseguenti classi allagate, muri disastrati, muffe di ogni tipo che spuntano sui soffitti.

La situazione, poi, si è ulteriormente aggravata da quando l’ente che doveva prendersi cura degli istituti scolastici superiore, la provincia, è rimasta senza soldi. Questo grazie alla legge Del Rio che, in sostanza, congela qualsiasi attività ed investimento finanziario di tutte le province italiane, salvo, però, lasciare alle stesse province alcune competenze come, appunto, l’edilizia scolastica. Come è ovvio però, con la provincia che non può sborsare denaro, gli studenti devono andare a rivolgere le proprie rimostranze ad enti di più alto livello: la regione appunto e lo Stato con il suo governo centrale.

A questo proposito è da almeno cinque anni che il movimento studentesco tenta di ottenere qualcosa dalle istituzioni senza tuttavia riuscire a cavare un ragno dal buco. I vari rappresentanti dei vari organi, che siano rappresentanti d’Istituto, che siano della Consulta Provinciale, che siano del parlamento degli studenti, riescono, quando va bene ad ottenere rassicurazioni formali da parte delle istituzioni. Rassicurazioni che, però, restano parole seminate al vento. L’ultima volta che accadde fu dopo la manifestazione studentesca, un corteo completamente apartitico, che interessò Pistoia negli ultimi giorni del gennaio di quest’ anno.

Anche dopo allora, tuttavia, tante promesse ma niente è stato fatto. Certo il sottosegretario all’istruzione, Toccafondi, aveva assicurato che “per il Governo la questione edilizia scolastica è una problematica fondamentale”.

I deputati del Partito Democratico Bini e Fanucci avevano detto che “i soldi arriveranno ed i problemi saranno finalmente risolti” ma, ad onore del vero, niente di tutto questo è successo. I problemi più urgenti da risolvere sono la sistemazione delle classi nei locali della succursale Bolognini del Liceo Artistico Policarpo Petrocchi di Pistoia: lì infatti le aule saranno collocate in ambienti ai limiti dell’impraticabilità in un edificio che, tra le altre cose, non è nemmeno di proprietà della provincia ma di privati che intendono trasformarlo in un appartamento entro l’anno prossimo.

Per questo motivo Dario Baldassarri, presidente della consulta provinciale degli studenti, ha preso carta e penna ed ha scritto una missiva all’assessore regionale con delega all’istruzione, Cristina Grieco, al presidente della provincia Rinaldo Vanni e all’ufficio scolastico. Questo perché, con la mozione 571 del 9/11/2016 lo stesso assessore regionale all’istruzione dava “la propria disponibilità ad organizzare e coordinare un tavolo tecnico e istituzionale con gli uffici provinciali, l’ufficio scolastico regionale e il dirigente scolastico del Liceo Petrocchi”. L’obbiettivo era infatti affrontare, almeno, la questione ‘Liceo Artistico’.

Dario Baldassarri tuttavia sottolinea come “ad oggi non risulta che si sia proceduto all’attivazione del tavolo tecnico e nonostante l’imminente apertura dell’anno scolastico rimangono irrisolte gravi problematiche che recano disagio agli studenti ed a tutto il personale scolastico”. La situazione è, in definitiva, in una fase di stallo. Una fase di stallo cominciata con l’attuazione della legge Del Rio e che dura, ormai, da almeno cinque anni.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Altri articoli in Cronaca


prenota spazio


lunedì, 25 settembre 2017, 17:50

E spuntano i nuovi itinerari turistici

Tante le proposte e le idee di itinerari turistici per far visitare la città Capitale Italiana della Cultura 2017 ai tifosi venuti da altre parti d’Italia per assistere ad un match sportivo. È questo, infatti, l’intento dell’iniziativa “Conosci Pistoia con lo sport” presentata questa mattina nell’anfiteatro del Museo Marino Marini


lunedì, 25 settembre 2017, 17:42

“Conosci Pistoia con lo sport”, l’iniziativa per unire la cultura alle manifestazioni sportive

“Conosci Pistoia con lo sport” è un’opportunità per visitare la Capitale Italiana della Cultura 2017 unendo le manifestazioni sportive all’apprendimento e alla conoscenza. Questa mattina nel suggestivo scenario dell’anfiteatro del Museo Marino Marini è stato presentato il progetto


prenota spazio


lunedì, 25 settembre 2017, 11:35

Muore due settimane dopo essere stato investito in bicicletta

Francesco Bargagni, il ciclista che è stato investito lo scorso sabato 9 settembre in zona Santonuovo, in via Rubattorno, non ce l'ha fatta ed è deceduto. Troppo profonde ed estese le ferite riportate successivamente all'impatto. Bargagni lascia la moglie Osanna, i figli Alessandro ed Alessandra ed i nipoti


domenica, 24 settembre 2017, 15:12

Cade oltre la staccionata di casa: muore sul colpo a La Lima

Morta mentre cercava di raccogliere della valeriana vicino casa. Si tratta della triste storia di Natalina Landucci, detta Lina, il cui corpo è stato ritrovato dai nipoti nella serata dello scorso venerdì. L’anziana signora, residente a La Lima, frazione della montagna pistoiese, viveva una vita appartata e tranquilla


prenota spazio


sabato, 23 settembre 2017, 20:54

Il grande fascino del Ceppo fiorito

La manifestazione "Il ceppo fiorito", giardino effimero voluto dall'associazione G713 di Pistoia davanti al fregio robbiano dell'ospedale del Ceppo e teatro di un fitto calendario di incontri ed eventi, è giunta ormai a metà del suo percorso


sabato, 23 settembre 2017, 17:34

Tomasi spegne il raggio laser verde: "Costa troppo"

Il raggio laser verde che, secondo l’ex sindaco Samuele Bertinelli e la vecchia amministrazione di centrosinistra, avrebbe dovuto rappresentare un simbolo dell’anno di Pistoia capitale della cultura illuminando i cieli della città nei momenti contemporanei ad importanti avvenimenti elettorali, non sarà più utilizzato


prenota spazio


Ricerca nel sito


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio