Spazio disponibilie
   Anno X
Giovedì 22 Febbraio 2024
  - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da andrea cosimini
Castelnuovo
25 Novembre 2022

Visite: 1317

9 novembre 1982. Una data che i castelnuovesi ricordano bene. Quel giorno si registrò, probabilmente, la più grossa piena del fiume Serchio del secolo scorso. I torrenti strariparono dopo tre giorni di pioggia intensa ed ininterrotta, causando danni e spavento tra la popolazione.

25 novembre 2022. Sono passati oramai più di quarant'anni da quell'eccezionale alluvione che segnò, come una cicatrice indelebile, il ricordo degli abitanti del capoluogo garfagnino. Ed è proprio per mantenere viva la memoria che, in occasione del quarantennale, il fotografo Tommaso Teora ha voluto pubblicare un libro di fotografie storiche che rievocano quel giorno.

Il volume, stampato con il contributo di Apuana Marmi Vagli, verrà presentato domani mattina (26 novembre), alle 10.30, negli stessi uffici della cooperativa ad Isola di Roccalberti. Saranno presenti il presidente dell'Unione dei comuni della Garfagnana Andrea Tagliasacchi, i sindaci di Camporgiano e Vagli Sotto, rispettivamente Francesco Pifferi e Giovanni Lodovici, il professor Franco Rapetti e l'architetto Gilberto Bedini.

"Ho sempre cercato di prendere appunti sugli eventi atmosferici - spiega Teora -. È una mia passione. Nel pomeriggio inoltrato del 7 novembre cominciò a piovere e continuò, ancora più forte, il giorno seguente (l'8). Il 9 piovve con maggior impeto fino alle 12, poi piano piano scemò fino al giorno dopo. A Castelnuovo il massimo della piena si registrò tra le 13.15 e le 13.30".

Il libro - che vanta una prefezione di Franco Rapetti, un testo di Gilberto Bedini e uno di Ottavio Baisi - mette a confronto scatti del 1982 con foto odierne (tutte rigorosamente in bianco e nero). Un modo efficace per rendere l'idea di cosa fu quel giorno. In apertura, Teora riporta alcune note storiche sul fiume Serchio, mentre, in chiusura, dedica un capitolo al giorno seguente la terribile alluvione e uno alle curiosità.

"Negli scatti recenti - conclude - ho cercato di effettuare la stessa foto esattamente nello stesso luogo, perché si possa notare meglo dove arrivava il livello dell'acqua di allora. Con questa pubblicazione spero di far capire ai posteri, con le immagini, dove arrivò il livello del fiume Serchio quel giorno".

Il libro si intitola "40 anni fa. La piena del secolo. 9 novembre 1982".





Pin It

rcol1-400-1

Tuttonatura
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Nell'ambito della rassegna teatrale Anspi Saltocchio 2024, organizzata dal Circolo Anspi di Saltocchio in collaborazione con la compagnia teatrale In Dolce…

Poste Italiane, come ogni anno, celebra la Festa degli Innamorati dedicando a San Valentino alcune colorate cartoline filateliche. Un'occasione unica per…

Spazio disponibilie

Mercoledì 14 febbraio alle ore 10.30 presso la sede della Misericordia di Piano di Coreglia (Lucca), in via Chiesa 17,…

Servizio civile universale: avviso per la selezione di due giovani presso il comitato provinciale AICS Lucca APS per il progetto "AICS…

Spazio disponibilie

Venerdì 2 febbraio alle ore 18 nella sala Suffredini a Castelnuovo Garfagnana, una iniziativa di Italia Viva su Territorio Sanità,…

L'idea prevede di costituire insieme agli altri enti di bonifica un ufficio per gestire al meglio…

L'amministratore comunale e il maresciallo Rolando Ferrari incontrano la popolazione per la sensibilizzazione sul tema delle truffe: "difendersi dalle truffe,…

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie