prenota spazio

prenota spazio
prenota spazio

Anno 1°

martedì, 26 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

Cecco a Cena

Due studenti sorpresi con la droga: ma allora è un... vizio

lunedì, 25 febbraio 2019, 23:22

di aldo grandi

Alcuni giorni fa abbiamo letto, invero sulla Gazzetta di Viareggio, cugina di quella di Pistoia, due prese di posizione da parte di forze politiche di sinistra, decisamente contrarie alla presenza di polizia e carabinieri, con tanto di cani, nelle scuole cittadine per effettuare controlli antidroga. Hanno gridato alla repressione e attribuita la colpa a questo governo Di Maio Salvini. Non siamo rimasti sorpresi, a sinistra della sinistra, infatti, ormai da più di 50 anni si è propensi a ritenere le droghe né più né meno che un diritto se non, quasi, un dovere. Peccato che per questo diritto ci sono stati, negli anni, decine di migliaia di morti e a poco serve distinguere tra droghe leggere e droghe pesanti. La droga è droga e come tale uno stato non può legittimarne il consumo arrivando, addirittura, a gestirlo nemmeno si trattasse di un monopolio di stato come il tabacco e le sigarette. E' una nostra opinione, più o meno condivisibile, ma da che tempo è tempo a condividerla ci sono stati i genitori di altrettanti studenti. Per questo siamo rimasti colpiti: perché nell'arco di pochi giorni, carabinieri e polizia hanno individuato, durante controlli in due scuole di Pescia, due studenti addosso ai quali e, poi, nelle rispettive abitazioni, sono state trovate dosi di sostanze stupefacenti, dalla marijuana alla cocaina. C'è poco da dire, pare che di questi tempi spacciare sia diventata una sorta di professione redditizia e tollerata, in certi casi, addirittura, ambita per la facilità di guadagno. Di certo colui che spaccia e l'attività conseguente hanno visto alzarsi la soglia di tolleranza nel senso che cedere droga, al giorno d'oggi, non è visto come un fenomeno drammatico e da stroncare sul nascere, ma, purtroppo, sempre più diffuso e impunito.

Abbiamo letto quello che ha detto la dottoressa Floriana Gesmundo del commissariato di Pescia e siamo d'accordo con lei. La presenza delle forze dell'ordine all'interno e all'esterno delle scuole per fronteggiare il fenomeno dello spaccio di droga non solo è auspicabile e benvenuta, ma è necessaria se non indispensabile. Due controlli in altrettante scuole e due studenti beccati con le dosi già pronte per essere cedute. Se non è allarmante tutto ciò, allora diteci che cosa lo è.

Ha aggiunto bene il dirigente di polizia spiegando che, purtroppo, sono poche le segnalazioni di genitori che, accortisi del disagio o del cambiamento di condizioni dei figli, avverte la polizia o i carabinieri. Eppure quante famiglie sono state rovinate da queste micidiali sostanze e da altre, meno conosciute magari, ma altrettanto pericolose. 

Noi non possiamo fare altro che condividere i controlli nelle scuole da parte delle forze di polizia accompagnate dai cani. La scuola non è, infatti, proprietà privata degli studenti e, quindi, invalicabile e intoccabile. Al contrario. Bene fanno questura e comando provinciale dell'Arma a intensificare la presenza fuori degli istituti scolastici affinché sia ben chiaro che a scuola, fino a prova contraria, si va per studiare o anche per non farlo se non si vuole, ma non certo per spacciare la droga.

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Altri articoli in Cecco a Cena


prenota spazio


mercoledì, 13 marzo 2019, 12:20

Piattume o pattume?

Si ragionava, con una collega, una di quelle che hanno il cervello e che, soprattutto, lo fanno funzionare, sul presente del giornalismo locale. Ed eravamo concordi nel ritenere che il piattume la fa da padrone un po' ovunque.


lunedì, 18 febbraio 2019, 19:36

Caso Diciotti, una farsa con i 5Stelle nel ruolo di giullari

Per chi ha la memoria - e non soltanto - sufficientemente buona per ricordare gli anni della Prima Repubblica, l'autorizzazione a procedere nei confronti di un parlamentare è cosa cui le cronache del tempo ci avevano abituato.


prenota spazio


martedì, 29 gennaio 2019, 16:35

Bolsonaro a Lucca, i sindacati non... concedono il permesso

Questa storia della visita del presidente del Brasile Jair Bolsonaro a Lucca, città da dove partirono i suoi nonni per raggiungere il Sudamerica, acquisisce ogni giorno di più i contorni di una farsa. La Sinistra, evidentemente sulle barricate per l'avvento al Governo della Lega e dei 5Stelle, si ritiene in...


lunedì, 14 gennaio 2019, 11:33

Di Cesare Battisti, per noi, ce n'è solo uno e non è quello arrestato in Bolivia

Con quel nome e quel cognome c'è da domandarsi come abbia fatto, poi, a divenire quel che è stato. Cesare Battisti da Cisterna di Latina, nato nel 1954, è un ex terrorista accusato e condannato per vari reati e latitante dopo essere fuggito dal carcere in cui si trovava, a...


prenota spazio


sabato, 5 gennaio 2019, 18:21

Italiani e no

La Sinistra è votata al suicidio. Politico, ovviamente. Invece di cercare di capire perché gli elettori si sono allontanati, continua a rivolgersi e a prendere come punti di riferimento e di militanza gli extracomunitari. Così facendo, dimostra ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno, ma è dai tempi delle...


mercoledì, 2 gennaio 2019, 20:28

Don Massimo Biancalani questa volta l'ha fatta fuori dal vaso

Don Massimo Biancalani questa volta ha esagerato. E non è tanto la foto del barcone con sopra il governo Conte e tutti in mezzo al mare a provarlo, quanto il fatto stesso che egli abbia sentito il bisogno di tornare ad aizzare la polemica nemmeno fosse l'esponente di un partito...


prenota spazio


Ricerca nel sito


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2