prenota spazio

prenota spazio
prenota spazio

Anno 1°

mercoledì, 26 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

Economia

Confindustria tira le somme ed esprime preoccupazione per l'attività del Governo

lunedì, 11 febbraio 2019, 16:05

di lorenzo vannucci

Una preoccupazione diffusa riguardante l'attività dell'amministrazione, sia in ambito locale che nazionale. Questo è quanto ha espresso stamane la sezione di Confindustria di Lucca Prato e Pistoia che, in una conferenza stampa, ha fatto il punto, tra le altre cose, per quanto riguarda i dati economici relativi al territorio pistoiese. "Nel 2017 le imprese hanno continuato a credere in loro stesse - ha sottolineato il presidente di Confindustria Toscana nord Giulio Grossi - e lo hanno fatto perché lo hanno voluto ma anche per altri motivi".

E, tra gli altri motivi, Grossi ha individuato in particolar modo misure fiscali come l'ACE-aiuto alla crescità economica che "hanno contribuito in modo positivo alla capitalizzazione delle imprese". "La crescita limitata del valore aggiunto - ha inoltre sottolineato Grossi - è stata la conseguenza, principalmente, di un'evoluzione dei prezzi e dei costi non favorevoli in quanto nel 2017 la crescita dei dei costi, soprattutto esterni, è stata superiore alla crescita dei ricavi, una situazione questa diametralmente opposta a quella riscontrata nel 2016".

Per quanto riguarda i dati riferiti all'area pistoiese: essa si distingue la crescita dei ricavi aggregati (+3,4 per cento rispetto al 2,2 per cento per la media dell'area), ma anche per la lieve riduzione del valore aggiunto (-0,8 per cento). Nell'orizzonte degli ultimi due anni disponibili tuttavia il tasso di incremento medio del valore aggiunto è stato positivo (+2,06 per cento). I bilanci delle aziende pistoiesi mostrano la crescita più elevata dell'area dal punto di vista dell'incidenza dei mezzi propri rispetto alle fonti di finanziamento (+0,5 per cento punti di incidenza in più per l'aggregato nel 2017 rispetto al 2016).

E, se la crescita dei ricavi è stata trainata in particolare dal settore delle calzature e del cuoio , sia i settori del comparto moda hanno contribuito in positivo alla crescita del valore aggiunto insieme al settore della chimica e della plastica. I settori della moda registrano anche una certa crescita della marginalità delle vendite nell'ultimo anno, in ogni caso inferiore al punto percentuale, che nella media dei settori manifatturieri pistoiesi è invece rimasta ferma tra il 2016 e il 2017.

A fronte di questi dati Grossi ha anche effettuato alcune valutazioni circa la situazione politica locale e nazionale in quanto molte sono le partite in cui la Toscana in generale e Pistoia in particolare debbono cimentarsi: dal rifacimento di un tratto autostradale importante, passando per il raddoppio della ferrovia tra Pistoia e Lucca. Ebbene: Grossi ha espresso preoccupazione circa quelle che sono le politiche del Governo: "Non possiamo fare a meno di notare - ha sottolineato il presidente della sezione Toscana nord di Confindustria - come vi sia molta incertezza a questo riguardo, soprattutto se si considera come la Germania non cresce più, recentemente si è creato un dissidio con la Francia, lo spread è alto. C'è instabilità e questo non è certo un fattore positivo".

Pistoia

Pistoia si distingue per la crescita dei ricavi aggregati (+3,4 per cento rispetto a +2,2 per cento per la media dell'area ), ma anche per la lieve riduzione del valore aggiunto (-0,8 per cento). Nell'orizzonte degli ultimi due anni disponibili, tuttavia, il tasso di incremento medio del valore aggiunto è stato positivo: +2,0 per cento. I bilanci delle aziende pistoiesi mostrano la crescita più elevata dell'area sotto il profilo dell'incidenza dei mezzi propri rispetto alle fonti di finanziamento (+0,5 punti di incidenza in più per l'aggregato nel 2017 rispetto al 2016), crescita che è visibile in modo particolare nei settori della carta e cartotecnica e nel metalmeccanico. La crescita dei ricavi è stata trainata dal settore delle calzature e cuoio (+10,5 per cento fra il 2016 ed il 2017) e, più in generale, tutti i settori del comparto moda (tessile, abbigliamento, cuoio e calzature) hanno contribuito in positivo alla crescita del valore aggiunto (rispettivamente: +1,7 per cento, +10,1 per cento, +17,5 per cento), insieme al settore della chimica e plastica (+1,4 per cento). I settori della moda registrano anche una certa crescita della marginalità delle vendite nell'ultimo anno, in ogni caso inferiore al punto percentuale, che nella media dei settori manifatturieri pistoiesi è invece rimasta ferma fra il 2016 ed il 2107. Gli altri settori manifatturieri hanno messo in evidenza una dinamica negativa del valore aggiunto fra il 2016 ed il 2017, a causa di una crescita dei costi esterni più che proporzionale rispetto ai ricavi. Casi di crescita particolare per l'incidenza del costo del lavoro sul valore aggiunto sono rappresentati dal settore alimentare (+2,3 punti fra il 2017 ed il 2016) e la carta-cartotecnica (+2,1 punti). L'incidenza del costo del lavoro nel settore metalmeccanico registra una lieve crescita nell'ultimo anno (+0,7 per cento), ma resta in diminuzione lungo un orizzonte significativo di cinque anni (-0,4 punti).  

"Occorre evidenziare – afferma Daniele Matteini – che i fattori che stanno dietro all'evoluzione sfavorevole, in alcuni comparti, sembrano comunque transitori; e sono compensati dal segno positivo che i settori della moda e della chimica e plastica esprimono anche nel 2017. Inoltre il tasso di crescita medio del valore aggiunto negli ultimi due anni (+2,0 per l'intero settore manifatturiero) è positivo per quasi tutti i settori. Si tratta ovviamente di una situazione da tenere sotto controllo, ma siamo convinti che anche a Pistoia esista un nucleo di aziende ben strutturate, in grado di affrontare con successo le sfide di un contesto competitivo non semplice come quello attuale".  


Questo articolo è stato letto volte.


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Altri articoli in Economia


prenota spazio


mercoledì, 26 giugno 2019, 13:01

Confindustria: "Primo trimestre dell'anno, bene i dati dell'export nel manifatturiero"

La crescita delle esportazioni pistoiesi pari a +45,3% nel primo trimestre del 2019 rappresenta uno dei migliori risultati in Italia. Fra le 110 province italiane, si tratta del quinto miglior risultato di crescita nel trimestre


martedì, 25 giugno 2019, 12:21

Aperte iscrizioni per corso gratuito “addetto operatore cucina”

Sono aperte le iscrizioni al corso gratuito di qualifica professionale per “Addetto operatore di cucina” rivolto a disoccupati, inoccupati e inattivi (iscritti ai centri per l’impiego della Regione Toscana) che abbiano assolto all’obbligo di istruzione o che abbiano almeno 3 anni di esperienza lavorativa nel settore di riferimento


prenota spazio


sabato, 22 giugno 2019, 21:57

Vivaisti, all’assemblea dei soci approvato all’unanimità il rendiconto consuntivo del 2018

Il presidente dell’Associazione Vivaisti Italiani: se dipendesse solo dal vivaismo l’acqua destinata alla potabilizzazione a Pistoia sarebbe di categoria migliore dell’attuale


giovedì, 20 giugno 2019, 15:56

Cantieri Smart 2019: oltre 2 milioni di euro per la messa in sicurezza degli edifici pubblici

Oltre 2 milioni di euro destinati ai Comuni della provincia di Pistoia per la messa in sicurezza e l'efficientamento degli edifici pubblici


prenota spazio


venerdì, 14 giugno 2019, 15:24

Meccanica, l'appuntamento di ITMA e le iniziative per la formazione

Il meccanotessile pratese scalda i motori per l'appuntamento fieristico più atteso e importante per il settore: ITMA, che si tiene ogni quattro anni, si aprirà a Barcellona giovedì 20 giugno per chiudersi mercoledì 26


giovedì, 13 giugno 2019, 11:36

A Pistoia si rinnova l'appuntamento della comunità degli economisti industriali

Si è tenuto per il terzo anno consecutivo a Pistoia, chiamando a raccolta e a confronto il mondo della ricerca nel campo dell’economia industriale, il seminario residenziale del Centro Studi Confindustria “Le trasformazioni del sistema industriale”


prenota spazio


Ricerca nel sito


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio