prenota spazio

Anno 1°

domenica, 22 luglio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

Enogastronomia

Slow Food cambia pelle

lunedì, 16 aprile 2018, 14:31

“Insieme alimentiamo il mondo”:  Soci Slow Food e non Soci sono invitati a partecipare all’incontro pubblico organizzato dalla Condotta Slow Food di Pistoia, in collaborazione con il Centro Culturale Il Funaro di Pistoia.

Si tratta di una mattinata di partecipazione e condivisione per costruire dal basso la strategia del futuro di Slow Food. Sarà possibile, quindi, proporre soluzioni, interagire ed incidere effettivamente sulle politiche dell’associazione a partire dalla realtà territoriale rappresentata dalla Condotta pistoiese.

Per Slow Food Italia, questa è una fase di grande cambiamento poiché siamo alla vigilia di un congresso nazionale, previsto per il prossimo luglio, che cambierà profondamente il modello organizzativo ed aprirà nuovi orizzonti nell’impegno di Slow Food nazionale ed internazionale. Ecco che diventa fondamentale poter contare sul confronto e sulle istanze di una platea massiccia e motivata.

Si andrà dritti al cuore dei temi cari a Slow Food (Buono, Pulito e Giusto) in questa mattinata di Congresso che, quest’anno, per Pistoia, coinciderà con lo SLOW FOOD DAY, giornata nazionale riconosciuta per tutte le Condotte Slow Food di Italia. Tema individuato: le farine.

Questo il programma: inizio previsto per le ore 10,30 e dedicato all’incontro pubblico al quale seguirà l’elezione del  nuovo Comitato di Condotta per Pistoia e la candidatura dei rappresentanti per il regionale e il nazionale.  Al termine, sarà offerto a tutti i presenti  un aperitivo presso la Caffetteria de Il Funaro con un particolare richiamo al tema delle farine attraverso un omaggio di pane che la Condotta Slow Food Pistoia consegnerà a tutti gli intervenuti.

I temi di discussione di questo incontro pubblico pistoiese saranno gli stessi  discussi ed approvati dai rappresentanti della rete di Slow Food e di Terra Madre provenienti da 90 Paesi del mondo, riunitisi lo scorso ottobre al Congresso internazionale di Slow Food che si è svolto in Cina, nella città di Chengdu, tracciando così la nuova strada che il movimento della chiocciola dovrà percorrere nei prossimi anni:

I cambiamenti climatici, le nostre scelte alimentari, l’agricoltura che vogliamo

• L’Africa di Slow Food e Terra Madre

La biodiversità, i saperi, le comunità e le culture tradizionali che vogliamo difendere e sostenere

I saperi indigeni, alleati chiave per affrontare le sfide globali

La trasmissione di saperi, l’accesso alla conoscenza, l’Università diffusa

La plastica negli ecosistemi del pianeta: una minaccia per il nostro cibo e la nostra salute

 

Per informazioni: Mauro Guastapaglia - Fiduciario della Condotta Slow Food Pistoia - 347 7038687

Sito ufficiale: http://www.slowfood.it Che cos’è Slow Food

Slow Food è una grande associazione internazionale no profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali. Ogni giorno Slow Food lavora in 150 Paesi per promuovere un’alimentazione buona, pulita e giusta per tutti.

Oggi Slow Food conta su una fitta rete di soci, amici e sostenitori in tutto il mondo grazie e con i quali:

Difendiamo il cibo vero

Un cibo che cessa di essere merce e fonte di profitto, per rispettare chi produce, l’ambiente e il palato!

Promuoviamo il diritto al piacere per tutti

Con eventi che favoriscono l’incontro, il dialogo, la gioia di stare insieme. Perché dare il giusto valore al cibo, vuol dire anche dare la giusta importanza al piacere, imparando a godere della diversità delle ricette e dei sapori, a riconoscere la varietà dei luoghi di produzione e degli artefici, a rispettare i ritmi delle stagioni e del convivio

Ci prepariamo al futuro

Che ha bisogno di terreni fertili, specie vegetali e animali, meno sprechi e più biodiversità, meno cemento e più bellezza. Conoscere il cibo che si porta in casa, può aiutare il pianeta. Ecco perché Slow Food coinvolge scuole e famiglie in attività ludico didattiche, tra cui gli orti nelle scuole e i 10 000 orti in Africa

Valorizziamo la cultura gastronomica

Per andare oltre la ricetta, perché mangiare è molto più che alimentarsi e dietro il cibo ci sono produttori, territori, emozioni e piacere

Favoriamo la biodiversità e un’agricoltura equa e sostenibile

Dando valore all’agricoltura di piccola scala e ai trasformatori artigiani attraverso il progetto dei Presìdi Slow Food, e proteggendo i prodotti a rischio di estinzione con l’Arca del Gusto

Che cosa fa

Slow Food lavora in tutto il mondo per tutelare la biodiversità, costruire relazioni tra produttori e consumatori, migliorare la consapevolezza sul sistema che regola la produzione alimentare.

In una visione che parte delle radici per arrivare alle nostre tavole, promuoviamo il diritto alla terra e sosteniamo i diritti della terra grazie a tantissime iniziative che partono dalle Condotte Slow Food (le associazioni locali) fino a progetti di portata internazionale, tra cui:

 Educazione alimentare, sensoriale e del gusto

Coinvolge adulti e bambini presentando cibo con tutte le sue valenze culturali, sociali e naturalmente organolettiche. Con gli Orti in Condotta si avvicinano scolari e famiglie alla cultura alimentare, si impara il valore di semi e frutti, a tutelare le risorse della terra, per poi scegliere ciò che mangiamo in base alle nostre esigenze e non secondo quelle del mercato. I Master of Food sono un percorso educativo innovativo e originale, basato sul risveglio e l’allenamento dei sensi, sull’apprendimento di tecniche produttive del cibo e sulla degustazione come esperienza formativa.

 

Terra Madre

Terra Madre è il sogno che diventa realtà, la globalizzazione positiva che dà voce a chi non si rassegna al modello omologante imperante. Oltre 2000 Comunità del cibo in tutto il mondo operano perché la produzione del cibo mantenga un rapporto armonico con l’ambiente e per affermare la dignità culturale e scientifica dei saperi tradizionali. Linfa di questa rete sono gli incontri regionali tenuti in tutti i continenti, per culminare nel Salone del Gusto e Terra Madre di Torino in una grande festa diventata il più importante appuntamento mondiale dedicato al cibo.

 

Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Con la Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus coordiniamo progetti che difendono le tradizioni locali, proteggono le comunità che nascono attorno al cibo, promuovono la sapienza artigiana. Oggi la Fondazione promuove e tutela 400 Presìdi Slow Food in tutto il mondo e 1000 prodotti dell’Arca del Gusto.

10.000 orti in Africa

Nelle scuole, nei villaggi e nelle periferie delle città coltiviamo 10 000 orti per creare una rete di giovani che lavorano per salvare la straordinaria biodiversità dell’Africa, per valorizzare i saperi e le gastronomie tradizionali, per promuovere l’agricoltura familiare e di piccola scala.

Mercati della Terra

Una rete internazionale fatta di trasformatori e contadini uniti da valori e regole condivisi tra loro e Slow Food. Un luogo dove incontrarsi, conoscersi, mangiare in compagnia e trovare prodotti locali e di stagione, presentati solo da chi produce quello che vende. 

Con spazi per i più giovani, per l’educazione del gusto, per gli eventi.

 Slow Food Editore

Per favorire la consapevolezza del consumatore, promuovere un’agricoltura pulita, e intrattenere con ricette e proposte gastronomiche, e diffondere e amplificare il messaggio della chiocciola, nel 1990 nasce Slow Food Editore. Il secondo anno di attivitá pubblica il best-seller Osterie d’Italia – Sussidiario del mangiarbere all’italiana, per poi proseguire con un percorso editoriale che affianca l’evoluzione dell’associazione e oggi conta oltre cento titoli.

Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo

Nata e promossa nel 2004 da Slow Food con la collaborazione di Piemonte ed Emilia Romagna, è un’università privata legalmente riconosciuta. I percorsi di studio proposti, sono studiati per dare dignità accademica al cibo interpretato come fenomeno complesso e multidisciplinare attraverso lo studio di una rinnovata cultura dell’alimentazione.

Salviamo il paesaggio

Slow Food Italia fa parte del forum italiano dei movimenti per la terra e il paesaggio, un aggregato di associazioni e cittadini che lavorano per tutelare il territorio italiano dalla deregulation e dal cemento selvaggio. Perché negli ultimi 30 anni abbiamo cementificato un quinto dell’Italia, circa 6 milioni di ettari. Perché in Italia ci sono 10 milioni di case vuote, eppure si continua a costruire. Perché i suoli fertili sono una risorsa preziosissima e non rinnovabile. E li stiamo perdendo per sempre.

 

 


Questo articolo è stato letto volte.





prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Altri articoli in Enogastronomia


prenota spazio


mercoledì, 18 luglio 2018, 10:56

Coldiretti: "Onu, assurda la tassa sul "made in Italy"

L’annuncio dell'Onu di voler tassare olio d'oliva, Parmigiano reggiano, Grana, prosciutto e persino il vino, equiparandoli a cibi dannosi per la salute e scoraggiandone il consumo, colpisce oltre un prodotto agroalimentare Made in Italy esportato su tre, con effetti gravissimi sull’economia del Paese ma anche sulla salute dei cittadini.


domenica, 8 luglio 2018, 13:25

La Toscana alla guida di Slow Food Italia Massimo Bernacchini è stato eletto oggi nel nuovo esecutivo nazionale

Massimo Bernacchini, cinquant'anni di Orbetello, attivo nel mondo della cooperazione e della pesca, ha accolto oggi il suo nuovo incarico nel Comitato Esecutivo di Slow Food Italia, che ha riunito 650 delegati a Montecatini Terme per il IX Congresso nazionale


prenota spazio


domenica, 8 luglio 2018, 12:25

Con l'elezione dei sette componenti del comitato esecutivo prende il via la nuova era di Slow Food Italia

I sette componenti del nuovo comitato esecutivo di Slow Food Italia si sono presentati ai 650 delegati riuniti a Montecatini Terme per il nono congresso nazionale


venerdì, 6 luglio 2018, 18:27

Gaetano Pascale, presidente uscente di Slow Food Italia: "Slow Food è un motore fondamentale per generare sogni"

Così Gaetano Pascale, presidente uscente di Slow Food Italia, aprendo i lavori del nono congresso dell'associazione che si sta tenendo a Montecatini Terme


prenota spazio


giovedì, 21 giugno 2018, 13:02

La prima agrichef della Toscana torna sulla Montagna Pistoiese e prepara l'Agriaperitivo in 'Cima al Miglio' a Campo Tizzoro

Per salutare l'arrivo dell'estate l'appuntamento è sabato 23 giugno alle ore 17 in 'Cima al Miglio' a Campo Tizzoro sulla montagna pistoiese, con i prodotti della rete Coldiretti-Campagna Amica


giovedì, 24 maggio 2018, 09:28

"Con le mani nella terra": cena Slow Food ed incontro con l’autore

Una serata dedicata all’orto e all’amore per le piccole cose. Martedì 29 maggio alle 20 alla La Caffetteria de Il Funaro a Pistoia si terrà una cena conviviale e la presentazione del libro di Alessandro Vergari “Con le mani nella terra” edito da Terre di Mezzo


prenota spazio


Ricerca nel sito


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio