prenota spazio

prenota spazio
prenota spazio

Anno 1°

mercoledì, 24 aprile 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

Enogastronomia

11 video e un contest per raccontare la Toscana attraverso i suoi dolci

mercoledì, 17 aprile 2019, 12:17

La Toscana punta sui dolci della tradizione per raccontare il territorio e la propria identità culturale. I dolci sono molto legati alle festività religiose con un forte valore identitario, sono simbolo di condivisione e accoglienza, di festa e ricorrenza. Raccontano di tradizioni, storie familiari e generazionali, di identità e peculiarità. Ogni piccolo borgo ha il suo dolce, ogni ricorrenza ha le sue "chicche", tenerne traccia è il modo di riappropriarsi di una memoria che rischia di scomparire.

Vetrina Toscana, il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti e botteghe che utilizzano prodotti del territorio ha realizzato 11 video sui dolci tipici toscani. "Trastulli Toscani", questo è il titolo, che esprime l'idea di svago, passatempo divertente. Un modo per passare del tempo, coccolandosi, tanto che in Toscana "trastullini", erano chiamati i semi di zucca tostati e salati.

Ogni dolce è emblema di una città Toscana a cui è particolarmente legato per tradizione e poi ci sono i cantuccini, come prodotto simbolo, dell'accoglienza di questa regione.

Firenze: Schiacciata alla fiorentina, Prato: le Pesche, Pistoia: i Brigidini, Pisa: la Torta coi becchi, Arezzo: Il castagnaccio (Badino), Livorno: la Schiaccia Briaca dell'Isola d'Elba, Siena: il Panforte, Lucca: il Buccellato, Massa Carrara: la Torta di Riso, Grosseto: lo Sfratto di Pitigliano.

Non solo, Trastulli Toscani è anche un contest che parte oggi per raccontare la Toscana dalle radici ai giorni nostri. I dolci della tradizione, le ricette delle nonne, quelle tramandate nei secoli, ma anche le versioni familiari, le reinterpretazioni o le nuove proposte, diventano il punto di partenza per raccontare le storie e il vissuto di una regione.

Con questo scopo nasce il contest: "Trastulli Toscani" presentato da Vetrina Toscana, una raccolta delle antiche ricette perché non vadano perse e uno sguardo a come queste si adattano alle esigenze di oggi. Soprattutto, un momento di racconto. Cittadini, blogger, giornalisti italiani e stranieri sono chiamati a raccontare la loro Toscana, o un ricordo legato a questa regione, attraverso la storia di un dolce. Il contest inizierà il 17 aprile e terminerà il 17 luglio 2019. Per info e regolamento: www.vetrina.toscana.it.

Il testo inviato dovrà raccontare un'esperienza o una storia legata alla ricetta inviata. Tutti i testi e le ricette valutate positivamente saranno pubblicate su www.vetrina.toscana.it

I migliori 50 testi selezionati verranno premiati in un apposito evento organizzato dalla Regione Toscana.
Questi stessi testi verranno pubblicati attraverso un e-book gratuito scaricabile dai siti istituzionali.

Infine, sempre i dolci, sono protagonisti di: "dulcis in primis", iniziativa promossa dalla Regione Toscana, riservata agli istituti alberghieri che si sfideranno preparando dolci tipici della tradizione toscana. La finalità è quella di valorizzare la cucina del territorio utilizzando i prodotti tipici toscani di qualità.

Tra sacro e profano, tra tradizioni contadine e la cucina dei monasteri, i dolci scandivano le varie stagioni in una sorta di calendario del gusto, perché il dolce era simbolo di occasioni speciali, ricorrenze e feste.

Il pan di ramerino, veniva consumato esclusivamente nella Settimana Santa prima di Pasqua. Ormai nelle panetterie e nei forni di Firenze si trova per tutto l'anno, ma prima era in vendita solo il Giovedì Santo, quando veniva comprato e portato a far benedire in chiesa.

Oggi che i dolci sono alla portata di tutti, in ogni momento, diventa importante non dimenticare da dove nascono certi tradizioni e certi sapori.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Altri articoli in Enogastronomia


prenota spazio


martedì, 16 aprile 2019, 22:48

Il ristorante Franco Mare a caccia di un risultato di prestigio

Il ristorante di Marina di Pietrasanta, rinnovato negli arredi e nel menu serale, punta sul giovane chef Alessandro Ferrarini per raggiungere prestigiosi traguardi


martedì, 16 aprile 2019, 12:52

Due eccellenze pistoiesi nella "Selezione regionale degli oli extravergine toscani"

Anche due eccellenze pistoiesi nella 'Selezione regionale degli oli extravergine di oliva Dop e Igp 2019'. L'iniziativa di Regione Toscana, svoltasi oggi a Firenze, ha premiato insieme ad altri anche il Primolio 18 del Frantoio di Croci di Pieve a Nievole, ed il Marini, dell'azienda agricola Marini Giuseppe e Figli


prenota spazio


lunedì, 8 aprile 2019, 08:59

GustaPistoia 2019: Claudio Lisanti, dalla Nembo a Bake Off

Una predisposizione innata e tanta passione per raggiungere grandi risultati. Due caratteristiche che riassumono Claudio Lisanti, 44 anni di Canosa di Puglia, con una grande passione per la cucina e, in particolare, per i dolci


sabato, 6 aprile 2019, 09:47

GustaPistoia 2019: i protagonisti dei talent incontrano e raccontano la città

Ritorna GustaPistoia con la sua quarta edizione, tour turistico ed enogastromico in programma il 12 e 13 aprile. Saranno nuovamente i concorrenti dei talent televisivi, insieme a blogger e esperti di instagram, a visitare Pistoia e raccontarla tramite i social


prenota spazio


lunedì, 18 marzo 2019, 12:55

Prendi un libro, lascia un libro... e noi ti offriamo un calice di vino

Vieni a fare uno scambio di libri in enoteca e ricevi un calice di buon vino. L'iniziativa è del negozio della Cantina sociale Colli Fiorentini - Valvirginio di via Don Minzoni a Pistoia, spiegata in poche parole da un cartello: "Prendi un libro e lascia un libro"


mercoledì, 13 febbraio 2019, 11:37

Al pistoiese Valentino Tesi il primo Master del Chianti Classico

Il concorso, la cui fase finale si è tenuta ieri alla Stazione Leopolda, è frutto della collaborazione tra Associazione Italiana Sommelier e il Consorzio del Gallo Nero


prenota spazio


Ricerca nel sito


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio