prenota spazio

prenota spazio
prenota spazio

Anno 1°

venerdì, 22 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

Montagna Pistoiese

Ex Officine Lime dichiarate fallite

giovedì, 10 gennaio 2019, 09:34

Si è conclusa nel peggiore dei modi la vicenda dell’ex Kme divisione Lime di Campo Tizzoro. Con la sentenza del Tribunale di Lucca del 28 dicembre 2018 la Lime Italy SpA, a cui Kme Italy aveva ceduto le Officine Lime, è stata dichiarata fallita.

Si chiude così il capitolo Lime, storica azienda metalmeccanica nata negli anni 80 a Limestre Pistoiese per volere di Luigi Orlando. L'azienda, che faceva parte di Kme Italy spa era stata ceduta dalla stessa il 17 febbraio 2016 ad una società, Luxmen Group, costituita il 2 maggio 2013 con sede a Grosseto e di fatto controllata da una finanziaria con sede in Inghilterra, che fino a quel momento era praticamente inattiva. Il 1° marzo 2016 iniziava l'attività della nuova società gestita in modo non ufficiale da un ben noto imprenditore garfagnino molto conosciuto in vallata e reduce da un precedente fallimento che sicuramente non riponeva fiducia nei dipendenti, infatti i problemi, e vessazioni iniziarono subito, problemi che sfociarono con la richiesta di messa in mobilità di 18 dipendenti su 24, che si materializzò con conciliazione e licenziamento dei 18 alla fine del 2016.

Per i sei rimasti, due dei quali coinvolti in pieno nel progetto della joint-venture tra Kme ed una società cinese per la realizzazione di uno stabilimento in Cina si prospettavano tempi difficili visto che non c'erano sufficienti risorse umane ma nonostante questo furono portati avanti diversi progetti. La speranza dei rimasti era quella di essere riassunti in Kme Italy visto anche che in buona parte svolgevano attività per la stessa, speranze rimaste vane.

Nel corso del 2017 si accentuarono i problemi economici dell'azienda che nonostante gli introiti derivanti dal progetto “Cina” e dagli altri lavori portarono al mancato pagamento degli stipendi ai dipendenti e al mancato pagamento dei ratei stabiliti in fase di conciliazione per gli ex dipendenti per non parlare dei debiti verso i fornitori. Ma le sorprese non erano ancora finite perchè a fine estate l'azienda comunicò ai sindacati l'intenzione di licenziare altri 2 dipendenti, uno dei quali il 10 novembre 2017 si tolse la vita. Altri due decisero che era l'ora di farla finita e dopo conciliazione furono messi in mobilità alla fine di febbraio 2018.

Per i tre rimasti a quel punto era questione di tempo ed infatti alla fine di giugno furono licenziati per cessata attività. Con la sentenza di fallimento la speranza dei dipendenti e degli ex è quella di potere avere accesso al fondo di solidarietà dell'Inps per recuperare parte degli stipendi e del Tfr e dei contributi al fondo Cometa che l'azienda per tutto il periodo di attività aveva detratto dalle buste paga ma non aveva mai versato.

Il rammarico più grande per la maggior parte dei dipendenti è quello di aver assistito alla fine della propria azienda, che ricordiamo faceva parte di un colosso industriale, nel silenzio generale di sindacati, politici locali, e istituzioni, ma soprattutto da Kme Italy; come che se la fine fosse stata

già sentenziata il 30 ottobre 2015 a Firenze quando fu firmato l'accordo tra le parti avvallato da una pseudo consultazione tra i dipendenti che nell'occasione erano in buona parte in trasferta all'estero senza che ci fosse un reale confronto faccia a faccia tra di loro.

A questo punto ai dipendenti per poter recuperare i loro stipendi non rimane altro che attendere l’esito della procedura fallimentare.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Altri articoli in Montagna Pistoiese


prenota spazio


venerdì, 22 marzo 2019, 16:30

Marzo, è tempo di sciare: all'Abetone e alla Doganaccia sull'Appennino Pistoiese la stagione va avanti

Neve nuova in pista e cannoni in funzione dal tramonto. Da lunedì previste ancora nevicate e temperature inferiori alla media, per concludere il mese in bellezza e sciare anche in aprile


giovedì, 21 marzo 2019, 17:41

Esercitazione dei vigili del fuoco con le unità cinofile

Nella giornata di ieri personale del nucleo cinofilo vigili del fuoco della Toscana ha effettuato una esercitazione in località Val di Luce, nel comune di Abetone-Cutigliano, simulando la ricerca e il salvataggio di persone sepolte sotto la neve


prenota spazio


mercoledì, 20 marzo 2019, 09:26

Al Teatro Mascagni appuntamento con i Killer Queen

Venerdì 22 marzo il teatro Mascagni di Popiglio proporrà un nuovo evento musicale: alle 21.30 saliranno sul palco i Killer Queen, popolare tribute band dei Queen attiva dal 1995


martedì, 19 marzo 2019, 09:54

La carica dei giovanissimi campioni toscani

La carica dei giovanissimi: sabato 16 marzo è stato l’ultimo appuntamento del circuito del Trofeo Soldaini, riservato alle categorie da super baby (under 7) fino a cuccioli (under 12). Questi i risultati delle gare, organizzate dallo sci club Empoli Elio Sport con il patrocinio del Comitato Appennino Toscano


prenota spazio


venerdì, 15 marzo 2019, 14:56

Si scia nel week end in tutte le stazioni: la stagione continua per tutto marzo e oltre all'Abetone e alla Doganaccia

L'inizio della settimana, con una leggera spruzzata lunedì e una discreta nevicata mercoledì, ha visto le montagne toscane di nuovo imbiancate. Neve di marzo, decisamente utile per garantire il proseguimento della stagione o per concluderla in bellezza nel week end, nelle località prossime alla chiusura


giovedì, 14 marzo 2019, 19:43

Obbligo di comunicazione al comune per gli immobili destinati a fini turistici

In vigore dal 1° marzo l'obbligo di comunicare al Comune di San Marcello Piteglio la locazione di immobili per fini turistici. Il locatore dovrà effettuare la comunicazione attraverso una procedura telematica entro 30 giorni dalla stipula del primo contratto di affitto


prenota spazio


Ricerca nel sito


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio