prenota spazio

prenota spazio
prenota spazio

Anno 1°

giovedì, 17 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

Politica

Quando era Samuele Bertinelli a distribuire volantini davanti al liceo Forteguerri...

giovedì, 19 ottobre 2017, 18:20

di lorenzo vannucci

Samuele Bertinelli, ex sindaco di Pistoia di centrosinistra, che distribuisce volantini, prendendoli dalle mani di un giovanissimo Walter Tripi, oggi capogruppo in consiglio comunale del partito democratico, il tutto davanti al Liceo Forteguerri di Pistoia. Questo è quello che può essere visionato nel video sottostante. Dalle immagini si capisce anche come al momento della distribuzione fosse mattina, visto che tutti i ragazzi e le ragazze sono rivolti verso la porta di ingresso dell’istituto aspettando il suono della prima campanella.

Queste immagini sono di repertorio: correva l’anno 2012 e l’ultimo quinquennio rosso per l’amministrazione pistoiese doveva ancora cominciare. Tuttavia, nonostante il tempo passato, chi scrive ritiene utile e necessario la pubblicazione di questo contenuto viste le polemiche che si sono scatenate negli ultimi giorni, quando alcuni ragazzi, intenti a distribuire volantini politici all’esterno del Liceo Scientifico di Pistoia, sono stati invitati a non continuare nella loro azione da una professoressa dello stesso istituto.

Chiariamolo fin da subito: a noi che la professoressa in questione sia anche una esponente del partito democratico locale non ce ne frega niente. A noi che la professoressa in questione sia anche vice-presidente del consiglio comunale proprio non interessa. A noi interessa mettere in evidenza, ancora una volta, l’ipocrisia di quel mondo, quello della sinistra bene, “che veste cachemire” direbbe qualcuno, che non perde occasione per fare brutta figura.

Dalle reazioni che sono emerse tra i democratici quando la notizia è venuta alla luce, portata all’attenzione della cittadinanza attraverso il consigliere di FdI Gabriele Sgueglia proprio durante una riunione del consiglio, sembra che nessuno tra i democratici abbia mai fatto volantinaggio. “Le regole vanno rispettate” si sente dire. Si ma quali regole? E soprattutto: prima di scagliare la pietra non dovrebbe essere senza peccato? “Eh ma Sgueglia…” Sgueglia cosa? Ha mai impedito a chi che sia di distribuire volantini all’esterno di un edificio scolastico?

“Ma i volantini erano anche dentro la scuola” dicono alcuni, tra cui il preside dell’istituto in questione, Biagioli. Ora: chi scrive può assicurare che i volantini a contenuto politico dentro le scuole ci sono sempre stati. Il che è anche abbastanza logico: ti danno un volantino all’ingresso e tu cosa fai? O ci fai un areoplanino e lo tiri per terra (ma non è il massimo dell’educazione) oppure non hai altra scelta che portare il materiale dentro l’edificio. “La distribuzione all’interno non è permessa”. Vero. Ma non è questo il caso.

Quello che si vuole mettere in evidenza è: si possono distribuire volantini nelle aree limitrofe agli istituti? Si? Allora nessun docente può proibire alcunché. No? Allora, fino ad oggi, hanno sempre sbagliato tutti: associazioni studentesche di destra e di sinistra, partiti politici, sindacati. Tutti. Il doppiopesismo non è accettabile in situazioni del genere. Azione Studentesca non può distribuire volantini davanti le scuole mentre lo scorso anno questo meccanismo era tollerato e tollerabile per coloro che sostenevano il Si alla riforma costituzionale di Mr Renzi? Se così fosse non potremmo certo parlare di dibattito democratico.

Quello che colpisce è che gli insorti, i talebani, coloro che dicono brava alla professoressa che ha agito e che vorrebbero passare come paladini della legalità, hanno fatto, da ragazzi, esattamente la stessa identica cosa. Il video riportato qui sotto ne è un chiarissimo esempio. E non si sta entrando nel merito di ciò che i vari volantini riportano. Non si vuole esprimere assenso verso una posizione politica e dissenso verso un’altra. Si vuole però, e deve essere irrimediabilmente così, che le regole valgano per tutti e senza discriminazioni. Come in ogni paese civile.

Per concludere la questione. Sicuramente ha ragione il consigliere Sgueglia quando dice che “la libertà di espressione non può essere violata”. Probabilmente hanno ragione il consigliere Bartoli (Pistoia Sorride) nel dire che “questioni del genere devono essere affrontate nelle sedi competenti” e il consigliere Maglione (M5S) che ha invitato a “evitare sempre e comunque un clima di lotta politica dovuto a personalizzazioni e personalismi”. Quello che è certo è che il mondo studentesco è uno dei più importanti per la politica e per il funzionamento del Paese. Chi oggi studia domani sarà nuova classe dirigente. Questo vuol dire che da una parte la curiosità politica dei ragazzi deve essere stimolata e non repressa, dall’altra che tale processo deve avvenire nello stesso modo sia che il contenuto politico sia rosso giallo o nero. E, se non si accetta questo assunto, vuol dire che il proprio modello di democrazia è pari a quello che si respira in paesi all’avanguardia nella libertà di pensiero: Cina, Turchia e Nord Corea.

 

Video Quando era Samuele Bertinelli a distribuire volantini davanti al liceo Forteguerri...


Questo articolo è stato letto volte.


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Altri articoli in Politica


prenota spazio


giovedì, 17 gennaio 2019, 12:36

Ceccardi cambia volto alla Lega toscana: commissariate le segreterie provinciali di Pistoia, Prato, Firenze e Pisa

Tempo di cambiamenti per il partito di Matteo Salvini che punta, ormai non è più un mistero per nessuno, a quella che sarebbe una conquista storica per il centrodestra, ovvero la vittoria alle elezioni regionali del 2020


giovedì, 17 gennaio 2019, 09:52

Checcucci (FdI): "Scuola Bruno Ciari, la giunta ha ottemperato alle norme"

Emanuela Checcucci, consigliere comunale FdI di Pistoia, interviene in merito alla raccolta di firme, in questo periodo di iscrizioni, da parte di alcuni genitori per protestare contro il prospettato passaggio della scuola d'infanzia Bruno Ciari dal comune allo stato


prenota spazio


mercoledì, 16 gennaio 2019, 15:00

Niccolai scrive a Ceccarelli: "Assenza di adeguate informazioni e comunicazioni. Come mai?"

Guasto alla linea ferroviaria: il consigliere Marco Niccolai scrive una lettera all'assessore regionale Ceccarelli. Ecco il testo integrale


mercoledì, 16 gennaio 2019, 14:35

Aree ex Breda est: il consiglio comunale ha approvato il differimento dei termini di efficacia del piano particolareggiato

Con 23 voti favorevoli (Fratelli d'Italia, Pistoia Concreta, Forza Italia Lega Nord, Amo Pistoia, Pistoia sorride e Movimento 5 Stelle) e 6 contrari (Pd, Pistoia Spirito libero e Pistoia città di tutti) il consiglio comunale - nella seduta di lunedì 14 gennaio – ha approvato la delibera per il differimento...


prenota spazio


martedì, 15 gennaio 2019, 11:38

Giornata della Memoria”, incontro con testimoni della strage nazifascista

In preparazione della “Giornata della Memoria” il Partito Democratico di Casalguidi-Cantagrillo organizza un incontro aperto alla cittadinanza con testimoni della strage nazifascista di Sant’Anna di Stazzema per non dimenticare


martedì, 15 gennaio 2019, 09:38

CasaPound Italia: al via la campagna di adesione 2019

CasaPound Italia: al via la campagna di adesione 2019, sabato festa del tesseramento anche a Pistoia. Al via la campagna di adesione 2019 a CasaPound Italia. Sabato 19 gennaio porte aperte nelle oltre centotrenta sezioni del movimento distribuite sul territorio nazionale per la rituale festa del tesseramento


prenota spazio


Ricerca nel sito


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio