prenota spazio

prenota spazio
prenota spazio

Anno 1°

martedì, 19 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

Politica

A Serravalle un monumento dedicato alle foibe

giovedì, 7 febbraio 2019, 19:11

di lorenzo vannucci

"Finalmente, grazie all'attuale amministrazione comunale, anche il comune di Serravalle avrà un monumento dedicato ai martiri delle foibe". Esprime soddisfazione per il fatto Elena Bardelli, di Fratellid'Italia, che ha sottolineato come "Mentre l’ANPI, tra l’altro finanziata con soldi pubblici, si prodiga vergognosamente per negare o “rivisitare” il massacro di decine di migliaia di persone, uccise perché colpevoli del solo fatto di essere italiane, sabato prossimo avrà luogo nella piazza di Cantagrillo l’inaugurazione di una fontana appena realizzata, che avrà il compito di tenere viva nella comunità civile la memoria dell’esodo giuliano-dalmata e dell’eccidio compiuto dai titini e dai partigiani comunisti".

"Nonostante - ha aggiunto Bardelli - che una legge nazionale del 2004 abbia riconosciuto i tragici fatti, istituendo in Italia il Giorno del Ricordo da celebrare il 10 febbraio, purtroppo si rileva ancora molta
resistenza da parte di certi ambienti - caratterizzati evidentemente da furore ideologico - ad onorare questa memoria. I fatti storici però non si possono cambiare: la strage delle foibe e l’esilio forzato di circa 350 mila italiani dai territori istriani e dalmati furono pianificati ed eseguiti dal regime comunista di Tito con la partecipazione o il consenso o il silenzio dei partigiani comunisti italiani. Un plauso alla giunta Lunardi che ha scelto di non tenere nascosta la verità e di rendere il giusto onore ai nostri connazionali, a lungo dimenticati,
tanto ferocemente perseguitati e trucidati per odio etnico e politico".

Sulla vicenda sono intervenuti anche altri gruppi politici: il Partito Democratico, MdP e Rifondazione Comunista hanno infatti diramato una nota congiunta in cui hanno dichiarato che "Abbiamo appreso dai social che sabato prossimo 9 febbraio verrà inaugurata la nuova fontana realizzata dopo mesi e mesi di lavori dal comune di Serravalle Pistoiese in piazza Brunello Biagini a Cantagrillo che sarà intitolata ai “martiri delle foibe” alla vigilia del giorno dedicato al ricordo di un capitolo tragico della nostra storia e di un territorio, la Venezia Giulia, sconvolto da violenze ed eccidi durante e dopo il secondo conflitto mondiale". 

"Diciamo subito - hanno aggiunto gli estensori della nota - a scanso di equivoci che per noi non ci sono morti di serie A e B e che intitolare uno spazio pubblico al ricordo delle foibe è del tutto legittimo. Non comprendiamo tuttavia l’esigenza di intitolare a quei morti una fontana presente in una Piazza già intitolata decenni fa al partigiano serravallino Brunello Biagini fucilato dai tedeschi a 22 anni. Si tratta di eventi
accaduti in un contesto storicamente diverso e distinto dalla Resistenza richiamata dalla attuale intitolazione a Brunello Biagini, oltre che slegato dal nostro territorio. Resistenza che, come sappiamo è stata caratterizzata da innumerevoli eccidi nazifascisti ai quali spesso la destra ha impropriamente contrapposto i fatti delle foibe".

"Non comprendiamo - hanno concluso Pd, MdP e Rifondazione Comunista - questa scelta solitaria ed improvvisa del comune se non interpretandola come una provocazione e pertanto diciamo no grazie, noi non parteciperemo a quella intitolazione. Saremo invece presenti, se e quando il comune volesse intitolare una nuova strada o piazza priva di intitolazione ai “martiri delle foibe” per riportare in primo piano, uno scenario di orrori per molti anni ingiustamente confinato nell’oblio".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Altri articoli in Politica


prenota spazio


lunedì, 18 febbraio 2019, 14:19

"Ti ammazziamo": commento choc sotto un post del consigliere Sgueglia (FdI) che annuncia un procedimento legale

Nuovo censurabile episodio occorso via social ad un esponente della maggioranza reggente l'ammininistrazione pistoiese: se nei giorni scorsi era toccato al sindaco Tomasi, a cui era stato augurato di andare all'inferno a causa di una notizia riportata in modo fuorviante attraverso gli stessi social da un certo esponente della chiesa...


lunedì, 18 febbraio 2019, 14:09

Bartolini e Pira (Lega): “Necessario che gli immigrati accolti a Vicofaro vengano monitorati specialmente nelle ore notturne"

"Dopo il recente increscioso episodio accaduto a Marliana, dove si è scatenata una rissa fra due immigrati ospiti della struttura attigua alla locale parrocchia - affermano Luciana Bartolini e Sonia Pira, rispettivamente consigliere regionale e commissario provinciale della Lega -le cronache raccontano di un altro fatto non particolarmente edificante capitato...


prenota spazio


sabato, 16 febbraio 2019, 18:02

Gli haters si si scatenano: "Tomasi all'inferno". Tutto per una fake news

"Tomasi all'inferno", "La cattiveria non ha limiti!", "Vigliacchi" e via con commenti dal solito tenore. Sono centinaia e centinaia gli utenti che da ieri sera hanno inveito attraverso i social network contro l'amministrazione pistoiese


sabato, 16 febbraio 2019, 09:29

FI Giovani: "Gravi atti al Pacinotti, solidarietà all'intero istituto"

Matteo Vitale, coordinatore provinciale Forza Italia Giovani Pistoia, commenta i gravi atti compiuti all'Istituto Pacinotti di Pistoia da parte di quattro ragazzi


prenota spazio


martedì, 12 febbraio 2019, 16:37

Consiglio comunale: approvata la concessione di uso di una porzione del cimitero di Sant'Angelo a Piuvica

Con la delibera si dà il via alla regolarizzazione dei rapporti tra Confraternita della Parrocchia di Sant'Angelo a Piuvica e Comune di Pistoia. Il provvedimento è passato con 28 voti favorevoli e 6 astenuti


domenica, 10 febbraio 2019, 21:04

Giorno del Ricordo: polemica tra il Partito Comunista e FdI

La querelle si ripete, più o meno puntuale, ogni anno: arrivati al 10 febbraio qualche irriducibile cerca, non sempre senza successo, di minimizzare quanto viene rimembrato nel giorno del ricordo e, di conseguenza, nasce un'inevitabile polemica politica


prenota spazio


Ricerca nel sito


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio