prenota spazio

prenota spazio
prenota spazio

Anno 1°

mercoledì, 3 marzo 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

Politica

Il centrodestra chiede la messa al bando della plastica usa e getta

lunedì, 30 settembre 2019, 10:06

Nadia Lupori, consigliere comunale del Centro Destra per Pieve, riporta la richiesta per la messa al bando della plastica usa e getta.

“Nel mese di agosto – esordisce - ho protocollato la mozione riguardante la riduzione dell’incidenza della plastica sull’ambiente per impegnare Sindaco e Amministrazione Comunale di Pieve a Nievole ad aderire alla campagna Plastic Free Challenge (#PFC) lanciata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e ripresa poi anche dalla Legge emanata dalla Regione Toscana n. 37 del 28/06/2019 (Misure per la riduzione dell’incidenza della plastica sull’ambiente).

L’inquinamento da plastica nell’ambiente – spiega - ha raggiunto livelli estremamente gravi e preoccupanti e non possiamo più rimandare la soluzione del problema; considerando che l’uso di sole stoviglie biodegradabili negli uffici pubblici e nelle scuole permetterebbero di ridurre enormemente la quantità di rifiuti prodotta e che i Comuni aderenti all’iniziativa Plastic Free è in continuo aumento, abbiamo chiesto al Sindaco e ai componenti della Giunta e del Consiglio Comunale di promuovere campagne di sensibilizzazione presso i cittadini e tutti i soggetti attivi sul territorio e di introdurre ovunque sia possibile (scuole ed edifici pubblici) l’uso di posate, bicchieri e bottiglie in materiale biodegradabile e compostabile con conseguente divieto assoluto dell’uso di prodotti realizzati in plastica usa e getta. Nelle scuole abbiamo chiesto che vengano installati erogatori di acqua al fine di ridurre l’uso di bottiglie e, seguendo l’esempio di altri Comuni come Pistoia, di dotare gli alunni di borracce riutilizzabili.

Sul tema – afferma - si è mostrata sensibile anche l’Amministrazione Comunale di Pieve a Nievole che, a voce del Sindaco, si è detta disponibile a sostenere la mia iniziativa. Unica condizione posta dal primo cittadino di Pieve Sig.ra Gilda Diolaiuti è che il mio testo, estrapolato dal sito istituzionale dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e in assoluto accordo con quanto previsto dalla Legge della Regione Toscana emanata nello scorso giugno, fosse integrato tenendo conto delle azioni già portate avanti in materia dal Comune di Pieve a Nievole (di cui non abbiamo trovato traccia alcuna e delle quali gradiremmo essere portati a conoscenza). Data l’importanza della tematica sono ovviamente disponibile a considerare tutto ciò al fine di addivenire ad una mozione congiunta tra tutte le forze politiche rappresentate in Consiglio Comunale, a condizione però che il testo aggiornato sia esposto a nome di tutte le forze politiche dal Signor Sindaco in quanto rappresentante di tutti i cittadini di Pieve a Nievole e non da un solo capogruppo consiliare.

Dal dire al fare c’è di mezzo il mare (inquinato, oltretutto…) – incalza -: parliamo di prodotti realizzati in materiali biodegradabili e in bioplastica compostabile al 100% per un semplice motivo: in agosto alcuni Comuni toscani (tra cui Prato, Pistoia e Firenze), nei quali il servizio di raccolta rifiuti è affidato ad Alia Servizi Ambientali S.p.A., sono stati informati della mancanza dell’impianto di smaltimento per i contenitori in bioplastica. Di qui la beffa per la Giunta Regionale che ha emanato una Legge manifesto non avendo a disposizione gli impianti adeguati allo smaltimento dei contenitori biologici; una doccia gelata perché a livello toscano il PD è stato costretto a trovare una soluzione per rimediare a questa magra figura. In quelle province in cui l’iniziativa Plastic Free era stata avviata i Comuni hanno dovuto coinvolgere Publiacqua che ha regalato delle borracce in alluminio a tutti i bambini delle scuole elementari. La conferma dell’esistenza del problema viene anche da Alessia Scappini, amministratore delegato di Alia S.p.A., che in un’intervista rilasciata ad un’emittente radio fiorentina e ripresa da più siti, tra cui quello del quotidiano “La Repubblica”, dichiara che le stoviglie usa e getta compostabili “non possono essere riciclate – a differenza delle materie fossili o vegetali – perché ancora non sono stati messi a punto dei processi adatti; diventano insomma, rifiuti indifferenziati e come tali vanno smaltiti.”

 

Quello che ci preoccupa – conclude - è che ad oggi non è giunta alcuna spiegazione da parte dell’azienda Alia S.p.A. a cui molti cittadini toscani stanno pagando un servizio non proprio all’altezza delle tariffe. Una cosa è certa: sarebbe paradossale che un materiale inventato e utilizzato per non inquinare non possa essere smaltito nell'organico. I cittadini virtuosi che si impegnano nella raccolta differenziata vanno premiati, non ostacolati”.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Altri articoli in Politica


prenota spazio


lunedì, 30 settembre 2019, 10:40

Lunardi: “L’obiettivo del nuovo piano operativo è quello di migliorare le condizioni abitative dei residenti”

Ecco le precisazioni da parte del sindaco di Serravalle, Piero Lunardi, in merito ad alcune polemiche sollevate dal consigliere di minoranza, Gianfranco Spinelli, in tema di urbanistica


venerdì, 27 settembre 2019, 17:24

Il comune ha acquisito gratuitamente un terreno in località Sei Arcole

Con 17 voti favorevoli (Fratelli d'Italia, Pistoia Concreta, Forza Italia – Centristi per l'Europa, Lega e Amo Pistoia), 5 contrari (Pd e Pistoia Spirito libero) e 1 astenuto (Movimento 5 stelle), il consiglio comunale, nella seduta di lunedì 23 settembre, ha acquisito un terreno a titolo gratuito nell'area ex Pallavicini...


prenota spazio


mercoledì, 25 settembre 2019, 15:43

Montemagni (Lega): "Sui rifiuti ennesima retromarcia della Giunta, rischio caos dietro l’angolo"

La capogruppo della Lega in consiglio regionale attacca la maggioranza dopo il ritiro dell'informativa da parte dell'assessore regionale. Intanto QThermo fa sapere che la rinuncia al progetto costerebbe 12 milioni


mercoledì, 25 settembre 2019, 15:40

Batterio New Delhi, Marcheschi (FdI): "La giunta regionale ha fatto poco e male. Per evitare una psicosi collettiva serve subito una campagna informativa"

Il consigliere Paolo Marcheschi (Fdi) interviene dopo la comunicazione in Consiglio regionale da parte dell'Assessore Saccardi sui casi di morti sospette e infezioni dovute al superbatterio


prenota spazio


martedì, 24 settembre 2019, 16:40

Ticket a Sant'Andrea, orario della cassa della municipale: alcune comunicazioni del consiglio comunale

Tanti gli argomenti trattati ieri dal consiglio comunale cittadino: dal ticket per i turisti che sarà introdotto presso la chiesa di Sant'Andrea, passando per gli orari di alcuni uffici della polizia municipale. Il dibattito si é protratto per più di due ore ed è stato caratterizzato dall'intervento corale delle varie...


martedì, 24 settembre 2019, 08:59

Fds Valdinievole: "Continua il degrado dei mezzi pubblici"

Ad interveniere per segnalare il problema è Sofian Aboulmachayl coordinatore della Federazione degli Studenti della Valdinievole


prenota spazio


Ricerca nel sito


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio