prenota spazio

prenota spazio
prenota spazio

Anno 1°

sabato, 21 settembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Uncem, Giurlani condannato da Corte Conti: si dimetta"

martedì, 16 aprile 2019, 16:51

di giancarlo mandara

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, la lettera dell'avvocato Giancarlo Mandara in merito alla sentenza di condanna del sindaco di Pescia Giurlani al pagamento della somma di 881 mila euro.

Stamani è apparsa la notizia della sentenza di condanna del sindaco di Pescia Giurlani al pagamento di una somma di € 881.000, evidentemente per danno erariale. Ora, prescindendo dal merito delle vicende penali (sulla quali in tempi brevi ci saranno sviluppi e per le quali vale la presunzione di innocenza fino a condanna definitiva), è ben nota la mia posizione sin dai tempi della scorsa campagna elettorale: la candidatura di Giurlani era da ritenersi inopportuna, perché è giusto che egli si dedichi alla propria difesa, sotto i vari profili che entrano in gioco; una volta risolte le sue vicende ben avrebbe potuto ripresentarsi alla città. Ciò detto, ricordate il famoso parere del legale del sindaco, Prof. Paolo Carrozza, in base al quale Giurlani ben avrebbe potuto farsi tutto il mandato, tanto la giustizia arriva molto lenta? Di questo chiesi conto al sindaco in consiglio e lui mi rispose "lo ripeto, Carrozza non è il mio avvocato" (con ciò smentendo l'articolo del Tirreno sul punto). Come mai allora la stampa stamani riporta che è uno dei suoi due difensori? Il primo cittadino (speriamo ancora per poco) ha quindi mentito spudoratamente davanti alla città tutta. A proposito, avete visto chi è l'altro difensore? Tale Melani, quello che oltre a Carrozza patrocina il Comune di Pescia in svariate cause e procedimenti, compreso quello contro l'ex sindaco Marchi, nel quale ci siamo costituiti parte civile (senza se e senza ma, soprattutto senza aspettare la condanna definitiva per poi rivolgersi, dopo, alla Corte dei conti, capito vicesindaco Guja Guidi?).Ciò detto, viste le mie perplessità sulla gestione allegra della finanza pubblica da parte di questa amministrazione, più volte esternate, credete che si possa stare tranquilli di lasciargli in mano la città e il suo bilancio, di fronte a notizie come quelle uscite stamani?


Questo articolo è stato letto volte.


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Altri articoli in Rubriche


prenota spazio


giovedì, 19 settembre 2019, 09:46

Omicidio Mauro: caso chiuso? Io non credo

Troppo spesso abbiamo a che fare con delitti depistati ad arte, avvolti da bugie, omertà e strategie investigative fallimentari. Ma per noi, che verità e giustizia andiamo cercando, non è mai troppo tardi


mercoledì, 18 settembre 2019, 15:15

Quando l'assassina è tua madre. Dopo Cogne e Santa Croce Camerina, la Mamma Noir è di Benevento

La chiamano "Sindrome di Medea". La identificano come una delle patologie più ripugnanti della nostra civiltà. Sfocia spesso in fatti di cronaca che difficilmente riusciamo a comprendere. È il fenomeno per il quale le madri uccidono i propri figli perché accecate dall'odio ed intrise dal seme della follia


prenota spazio


sabato, 14 settembre 2019, 11:54

Tu vorresti avere il diritto di morire?

In occasione delle recenti dichiarazioni del Presidente CEI, tal Cardinale Bassetti, ho deciso di stravolgere la mia rubrica e proporvi una riflessione sul fine vita e l'eutanasia. Niente vieta infatti di considerare la propria morte come una personale scena del crimine


sabato, 14 settembre 2019, 08:57

"Traffico ferroviario, modernizzare la nostra nazione"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento, a firma di Maria Angela Ciappei, consigliera di centrodestra e facente parte del Comitato per il territorio di Pieve a Nievole


prenota spazio


sabato, 14 settembre 2019, 08:51

“Caccia: chiesta maggiore tutela, ma la regione non risponde”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento del WWF della Toscana relativo alla apertura della caccia del 15 settembre


lunedì, 9 settembre 2019, 15:15

Lavoratori freelance, l’Italia al primo posto in Europa

L’Italia è un Paese di lavoratori, spesso freelance, che cercano di sbarcare il lunario senza avere certezze. E collezionando, in compenso, una grande quantità di stress legata ad un tipo di lavoro frequentemente privo di alcuna garanzia


prenota spazio


Ricerca nel sito


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio2