prenota spazio

prenota spazio
prenota spazio

Anno 1°

martedì, 26 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

prenota spazio

Sport

OriOra, vittoria tutto cuore contro Varese

domenica, 6 gennaio 2019, 20:58

di Andrea Cosimini

ORIORA PISTOIA                                 71
OPENJOBMETIS VARESE                      65
Parziali (23-17; 36-35; 52-51)

PISTOIA: Bolpin, Della Rosa 3, Johnson K. 13, Peak 14, Krubally 3, Mati ne, Auda 12, Di Pizzo ne, Martini, Querci, Severini, Johnson D. 26. All. Ramagli
VARESE: Archie 19, Avramovic 8, Gatto ne, Iannuzzi 2, Natali 3, Salumu, Scrubb 14, Verri ne, Tambone 3, Cain 11, Ferrero ne, Moore 5. All. Caja

Arbitri: Lanzarini S., Grigioni V. e Calbucci G.

Note: fallo antisportivo di Krubally a 22’11’’; uscito per 5 falli Avramovic a 39’48’’

La OriOra torna a vincere. Con cuore, rabbia, grinta i ragazzi di coach Ramagli portano a casa l’ultima partita casalinga del girone di andata, contro la Openjobmetis Varese, con una prestazione convincente che fa dimenticare, almeno per una giornata, le mille difficoltà in casa biancorossa. Finisce 71-65.

Pistoia è partita bene, nonostante la “protesta silenziosa” dei tifosi, perdendo qualche pallone banale in attacco ma, in compenso, mettendo fin da subito la giusta energia ed approfittando delle difficoltà al tiro di Varese (0/7 da tre). Nel secondo quarto Varese ha aggiustato un po’ la mira dalla distanza ed è riuscita a rimettere la testa avanti. Pistoia ha fatto invece fatica a trovare canestri dal campo, ma alla fine una tripla di Dominique Johnson ha consegnato il primo tempo ai padroni di casa (36-35). Nel terzo quarto Varese ha provato il mini-allungo, ma, Severini in difesa e, soprattutto, Dominique Johnson in attacco (quattro triple in 10’) hanno regalato il vantaggio ai padroni di casa. Ultimo quarto combattutissimo deciso solo nei secondi finali dai padroni di casa.

La OriOra si presentava alla partita reduce da quattro sconfitte filate, mentre dall’altra parte Varese approdava al PalaCarrara con sei vittorie nelle ultime sette gare. Due squadre, quindi, in diversi momenti di forma e in posizioni di classifica completamente differenti: i toscani solitari all’ultimo posto, mentre i varesini in piena zona play-off. Coach Ramagli doveva oltretutto fare i conti con una situazione infortuni complicata: Gladness fuori per un problema al ginocchio destro; Martini acciaccato per un risentimento muscolare; e Severini in forse fino all’ultimo per un infortunio alla caviglia. A tutto questo si aggiungeva poi la delicata situazione contrattuale del capitano Dominique Johnson in probabile partenza da Pistoia.

Due gli ex della partita. Da una parte Ronald Moore, quest’anno playmaker della Openjobmetis, ma nelle tre passate stagioni al timone della squadra toscana. Per lui un’accoglienza calorosa nel pre-partita e una maglia consegnata dal presidente della OriOra, Massimo Capecchi, pochi minuti prima del fischio di inizio. Dall’altra parte, invece, Dominique Johnson ritrovava la squadra con cui conquistò la salvezza nella stagione 2016-17.

Cronaca. In un silenzio surreale, per le abitudini del PalaCarrara, la OriOra riesce comunque a tenere il passo degli avversari in avvio. Dopo i primi 5’ il tabellone dice: 12-12. Con i tifosi in “sciopero”, ad alternare striscioni sugli spalti, la squadra in campo intanto si porta sul +2 con un canestro dentro l’area di Peak. Dopo l’esposizione silenziosa degli striscioni, frutto di una coreografia ben studiata, il pubblico finalmente si “sblocca” e fa sentire la propria voce. Una tripla di capitan Johnson (uno dei più discussi in casa biancorossa) fa saltare in aria i tifosi: i padroni di casa si portano sul 20-12. Qualche distrazione di troppo permette però agli ospiti di riportarsi sul -4. Varese paga la scarsa precisione al tiro dalla distanza e il primo quarto è di Pistoia: 23-17.

A rimbalzo la squadra di coach Ramagli continua a far fatica. I biancorossi compensano però aumentando l’aggressività e l’energia. L’attacco di Varese è vorticoso ed assomiglia ad un flipper. Pistoia, nonostante l’eccellente lavoro in difesa, perde troppi palloni banali in attacco e, dopo i primi 4’30’’ di gioco il parziale dice: 6-0 per i lombardi. Kerron Johnson mette a referto i primi due punti del quarto, per Pistoia, dalla lunetta. Varese continua a fare a cazzotti con il tiro dalla lunga distanza e coach Caja decide di chiamare time-out sul -2 (25-23). I biancorossi sono ancora a secco di canestri dal campo quando mancano 3'40’’ dal termine del quarto. Della Rosa prova ad aumentare la pressione su Moore, mentre in attacco la OriOra si affida alla presenza di Auda. L’ex capitano biancorosso mette a segno una pesante tripla che vale il contro-sorpasso (31-32), ma l’attuale capitano, Dominique Johnson, sprinta nel finale e regala a Pistoia il primo tempo.

Varese riparte subito forte piazzando un mini-parziale di 4-0. Krubally commette un banale fallo antisportivo tornando in difesa, ma Varese continua a fare i conti con i fantasmi dalla lunetta (6/11). Ne approfitta capitan Dominique Johnson che manda a segno due micidiali triple e riporta i suoi a +3 (45-42), costringendo coach Caja al time-out. Johnson però è caldo e un’altra sua pesante tripla manda in estasi il pubblico del PalaCarrara. Nonostante il suo exploit, Varese continua comunque a tenere testa ai padroni di casa (48-51) grazie alla maggiore presenza a rimbalzo. Il capitano ne manda allora a segno un’altra (quella del pareggio: 51-51) e la sua energia comincia a contagiare la squadra. Krubally sigla dalla lunetta il canestro del contro-sorpasso. Il terzo quarto è di Pistoia.

Il quarto periodo si apre con una pesantissima tripla di Della Rosa tra il boato del pubblico. Varese cerca invece canestri facili sotto canestro, ma la OriOra scommette sulle scarse percentuali dalla lunetta degli ospiti. Sul +2 Varese coach Ramagli decide di fermare immediatamente la gara. I biancorossi rispondono alla grande ribaltando il punteggio (61-60) e regalando un finale da brivido al PalaCarrara. Coach Caja deve fare i conti con i quattro falli di Avramovic. La partita si trasforma in un’autentica battaglia. Peak ruba un pallone pesante che tramuta in due punti in contropiede. Sono i punti del +5 (69-64). Caja ferma la partita. Avramovic fa 1 su 2 dalla lunetta, mentre Dominique Johnson commette una banale infrazione di 8 secondi. Scrubb però regala la rimessa nelle mani degli avversari e Avramovic commette il suo quinto fallo. Dominique Johnson fa 2/2 dalla linea della carità e mette in ghiaccio la partita.

Foto di Daniele Lenzi


Questo articolo è stato letto volte.


esedra


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


Altri articoli in Sport


prenota spazio


domenica, 24 marzo 2019, 23:11

Ramagli (OriOra): "Il nostro attacco è il responsabile della sconfitta"

Una sconfitta che brucia. Inutile nasconderlo. Se è vero che ci sono ancora sette partite da giocare da qui alla fine, infatti, è anche vero che questa partita ha condannato la OriOra a dover compiere una "mission impossible" per evitare la retrocessione


domenica, 24 marzo 2019, 22:56

Alla Grissin Bon lo scontro-salvezza

La OriOra Pistoia perde anche lo scontro-salvezza in casa, contro la Grissin Bon Reggio Emilia, arrendendosi 76-80 dopo 40' di battaglia. Una sconfitta che, a questo punto, sa di retrocessione nonostante le sette partite ancora da giocare. Tensione sugli spalti nel finale


prenota spazio


domenica, 24 marzo 2019, 19:38

Serie C: Am Flora travolge Follonica

Am Flora ribalta anche Follonica e conferma uno stato di forma strepitosa, con le ultime due gare giocate davvero bene, senza perdere set e mostrando miglioramenti in tutti i fondamentali


sabato, 23 marzo 2019, 18:17

Nuova sconfitta casalinga per la Pistoiese

Allo stadio Melani arriva l'Olbia. Il pubblico approfitta della prima vera giornata estiva dell'anno per fare i bagagli ed andare al mare: allo stadio gli spettatori sono 570 totali, il risultato finale 3 a 1 per i sardi


prenota spazio


venerdì, 22 marzo 2019, 09:20

I Maratonabili alla 32^ edizione della Maratonina di Pistoia

Ci saranno anche i Maratonabili domenica 24 marzo al via della 32^ edizione della Maratonina di Pistoia, il gruppo che con tanti sorrisi, allegria e palloncini colorati, fa dello sport un vero e proprio momento di condivisione e di aggregazione, portando una ventata di energia insieme a messaggi ed esempi...


venerdì, 22 marzo 2019, 09:18

Basket Uisp, final four a Massa Cozzile

Quattro squadre per contendersi il titolo di campione provinciale Uisp del 2019. E' caccia aperta alla successione agli Augies Montecatini, campioni ininterrottamente dal 2016 a oggi, con Estudiantes (quell'anno con Sergio Bigi) che alzò la coppa nel 2015


prenota spazio


Ricerca nel sito


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2


prenota spazio


prenota spazio


prenota spazio2